L’alimentazione del bambino dopo i sei mesi

svezzamento

Dai 6 ai 9 mesi l’alimentazione del bambino si organizza in quattro pasti: colazione, pranzo, merenda e cena.

Se fino ad ora abbiamo svezzato il piccolo con i tre pasti al giorno, ci troviamo difronte a una svolta, abitudini diverse e alimentazione più ricca di scelte, quindi lo sviluppo e il cambiamento.

  • Ma come affrontare tutto questo?

Al nostro bambino sicuramente tutti questi cambiamenti non piaceranno, soprattutto gli alimenti che, alternandosi con piatti nuovi e svariati, danno al suo organismo tutto l’apporto energetico di cui ha bisogno.

Senza contare poi le nuove regole per il suo benessere, e per le quali è opportuno seguire, i pasti non saranno quindi più tre ma quattro.

A questo proposito inizialmente possono sorgere alcuni problemi, per il piccolo inizia l’avventura dei cambiamenti, e ogni mamma deve armarsi di tanta tanta pazienza.


Come programmare i quattro pasti del bambino

  • Ore 7-8: latte materno o di proseguimento con biscotti da biberon.
  • Ore 12: brodo e passato di verdura con: semolino di grano o crema di cerali mista o pastina, o riso per bambini.
  • carne o pesce omogeneizzato o tuorlo d’uovo.
  • 1 cucchiino di olio extravergine.
  • frutta, grattugiata o omogeneizzata.
  • Ore 16: latte materno o di proseguimento con biscotti, oppure yogurt o farina lattea.
  • Ore 20: brodo e passato di verdura con: semolino di grano o crema di cereali misti o pastina.
  • formaggino in vasetto di vetro o parmigiano o prosciutto cotto.
  • 1 cucchiaino d’olio extravergine.
  • frutta, grattugiata o omogeneizzata.

Questi sono solo alcuni suggerimenti, naturalmente è la/il pediatra che, da bambino a bambino, valuterà il tipo di alimentazione e se necessario quanti dovranno essere i pasti al giorno.

Poiché ci sono bambini con particolari esigenze, i pasti possono variare sia con gli alimenti sia sulla quantità.


Se ti è piaciuto l’articolo Condividilo sul tuo Social preferito o fallo sapere a qualche amico. Se vuoi ricevere le ultime novità iscriviti alla Newsletter

Rispondi