Ambiente naturale: definizione
Ambiente naturale: definizione

Ambiente naturale: definizione


Definizione di Ambiente naturale


ambiente naturale terra

L’ambiente naturale comprende tutte le cose viventi e non viventi che si verificano in modo naturale, e quindi naturale.

Il termine è applicato alla Terra o a parte di essa, e comprende tutte le specie viventi, il clima, il tempo e le risorse naturali, e unità ecologiche complete.


Composizione dello studio


Con il termine ambiente naturale si indica tutti gli esseri viventi e non viventi che si verificano naturalmente, quindi non artificiale.

Esso comprende l’interazione di tutte le specie viventi, clima, tempo, risorse naturali che influenzano la sopravvivenza umana e l’attività economica.

Applicato spesso alla Terra, o una parte di essa, il concetto di ambiente naturale può essere distinto in: Unità ecologiche; Risorse naturali universali e fenomeni fisici.

L’ambiente costruito, a differenza di quello naturale, sono aree in cui gli esseri umani hanno trasformato paesaggi in ambienti urbani e conversione dei terreni agricoli.

La Scienza della Terra, o Geoscienza, è il ramo che si occupa della costituzione fisica e chimica della Terra e della sua atmosfera.

Generalmente essa riconosce quattro sfere: litosfera, idrosfera, atmosfera e biosfera, corrispondenti rispettivamente alle rocce, all’acqua, all’aria e alla vita.

Alcuni scienziati includono anche la criosfera, corrispondente al ghiaccio, come una porzione distinta dell’idrosfera, e la pedosfera, corrispondente al suolo, come sfera attiva e intermixata.

L’ambiente naturale è quindi un ramo delle scienze legate al pianeta Terra, nota anche come geoscienza, scienze geografiche o scienze della Terra.

Le discipline principali sono quattro: Geografia, Geologia, Geofisica e Geodesia. Esse si avvalgono della fisica, chimica, biologia, cronologia e matematica.

Geologia


La geologia si occupa della Terra solida, delle rocce di cui è composta, e dei processi con cui cambiano nel tempo.

La superficie solida più esterna del pianeta è la crosta terrestre, o litosfera, ed è chimicamente e meccanicamente diversa dal mantello sottostante.

Il mantello sotto la litosfera è riscaldato dal decadimento di elementi radioattivi, e sebbene sia solido è in uno stato di convezione reica (flusso di fluido).

Questo processo è noto come tettonica a placche, che fa muovere le placche litosferiche anche se lentamente.

Acqua


L’ambiente naturale della Terra comprende vari tipi di corpo naturale dell’acqua: Oceani, Fiumi, Laghi e Stagni.

L’oceano è un importante corpo d’acqua salina e una componente dell’idrosfera, che copre il 71% della superficie terrestre.

Queste acque, riconosciute generalmente come diversi oceani separati, comprendono uno stato d’acqua salata globale e interconnesso spesso indicato come Oceano Mondiale, o Globale.

Un fiume è un corso d’acqua naturale, di solito dolce, che scorre verso un oceano, un lago, un mare o un altro fiume.

Un grande fiume spesso comprende anche una più ampia pianura alluvionale modellata da acque che sovrascrivano il canale.

I fiumi più piccoli possono essere chiamati con nomi diversi, tra cui torrente e ruscello, di cui la loro corrente è confinata all’interno di un letto e banche di ruscello.

Leggi anche:  Natura (scienze ambiente naturale)

I corsi d’acqua svolgono un importante ruolo, collegano habitat frammentati e, quindi, conservano la biodiversità.

Un lago è un’area piena d’acqua localizzata in un bacino circondata da terra, a parte qualsiasi fiume o altro sbocco che serve a nutrire o drenare il lago.

I laghi sono tutti temporanei su scale di tempo geologico, in quanto si riempiono lentamente di sedimenti o si riverseranno fuori dal bacino che li contiene.

Lo stagno, infine, è un’area piena d’acqua, naturale o artificiale, che è più piccola di un lago.

Possono sorgere naturalmente nelle pianure alluvionali come parte di un sistema fluviale, o possono essere una depressione isolata che si riempie di deflusso, acque sotterranee o precipitazioni.

Atmosfera


L’atmosfera della Terra serve come fattore chiave per sostenere l’ecosistema planetario. Il sottile strato di gas che avvolge la Terra è tenuto in posizione dalla gravità del pianeta.

L’aria è costituita per il 78% da azoto, 21% ossigeno, 1% argon e altri gas inerti e anidride carbonica.

L’aria filtrata include tracce di molti altri composti chimici, e contiene anche una quantità variabile di vapore acqueo e sospensioni di goccioline d’acqua e cristalli di ghiaccio visti come nuvole.

Lo strato di ozono dell’atmosfera terrestre gioca un ruolo importante nel ridurre la quantità di radiazioni ultraviolette (UV) che raggiungono la superficie.

Riscaldamento globale


Gli effetti di riscaldamento globale sono sempre più studiati da un ampio consorzio globale di scienziati.

Particolarmente importante è il modo in cui il cambiamento climatico e il riscaldamento globale, causati da emissioni antropogeniche o provocate dall’uomo di gas serra, possono agire in modo interattivo e avere effetti negativi sul pianeta.

Il pianeta si sta riscaldando e lo sta facendo rapidamente, ciò è dovuto all’effetto serra causato dai gas serra.

I gas serra intrappolano il calore all’interno dell’atmosfera terrestre a causa della loro struttura molecolare più complessa, che consente loro di vibrare e a loro volta intrappolare il calore e rilasciarlo versa la Terra.

Una sfida significativa è identificare le dinamiche ambientali naturali in contrasto con i cambiamenti ambientali.

Clima e Meteo


Il clima esamina le statistiche di temperatura, umidità, pressione atmosferica, vento, precipitazioni e altri elementi meteorologici.

I climi possono essere classificati in base agli intervalli medi e tipici di variabili diverse, ossia temperatura e precipitazioni.

Il Meteo, invece, è un insieme di tutti i fenomeni che si verificano in una data area atmosferica in un dato momento.

La maggior parte dei fenomeni meteorologici si verifica nella troposfera, appena sotto la stratosfera.

In generale, il tempo si riferisce alla temperatura quotidiana e all’attività delle precipitazioni, mentre il clima è il termine per le condizioni atmosferiche.

Vita ed Ecosistemi nell’ambiente naturale


Forme di Vita


Tutte le forme di vita conosciute sulla Terra condividono meccanismi molecolari fondamentali e, sulla base di queste osservazioni, le teorie sulla sua origine tentano di trovare una spiegazione da cui essa proviene.

Leggi anche:  Didattica alla Storia la ricerca sui fatti passati

In biologia la vita è la condizione che distingue gli organismi attivi dalla materia inorganica, compresa la capacità di crescita, attività funzionale e il continuo cambiamento che precede la morte.

Una diversità di forme di vita può essere trovata nella biosfera sulla Terra, e proprietà comuni a questi organismi sono una forma cellulare a base di carbonio e acqua con organizzazione complessa e informazioni genetiche ereditabili.

Ecosistemi


Un ecosistema, chiamato anche ambiente, è un’attività naturale costituita da tutte le piante, gli animali e i microrganismi (biotici) in un’area che funziona insieme a tutti i fattori fisici (abiotici) non viventi dell’ambiente.

Al centro del concetto di ecosistema, c’è l’idea che gli organismi viventi siano continuamente impegnati in un insieme altamente correlato di relazioni con ogni altro elemento che costituisce l’ambiente in cui esistono.

Il termine ecosistema può anche riguardare ambienti fatti dall’uomo, come gli ecosistemi umani e gli ecosistemi influenzati dall’uomo.

Esso può descrivere qualsiasi situazione in cui vi sia una relazione tra gli organismi viventi e il loro ambiente.

Biomi


Un bioma è una collezione di piante e animali che hanno caratteristiche comuni per l’ambiente in cui esistono, e possono essere trovati in una vasta gamma di continenti.

I biomi sono terminologicamente simili al concetto di ecosistemi, aree definite climatiche e geografiche di condizioni delle stesse simili alla Terra.

Comprendono comunità di piante, animali e organismi del suolo, spesso indicati come ecosistemi.

Nell’ambiente naturale i biomi sono definiti sulla base di fattori come strutture vegetali, tipi di foglie, spaziatura delle piante e clima.

Non sono definiti da somiglianze genetiche, tassonomiche o storiche, e spesso sono identificati con particolari modelli di successione ecologica e vegetazione climatica.

Cicli biogeochimici


Un ciclo biogeochimico è una via attraverso la quale una sostanza chimica viene capovolta attraverso la biotica (biosfera) e i comportamenti abiotici della Terra.

Tali cicli globali sono fondamentali per la vita, in particolare quelli di acqua, ossigeno, carbonio, azoto e fosforo.

  • Il ciclo di azoto è la trasmissione in natura di composti contenenti azoto e azoto, ed è un ciclo che include componenti gassosi.
  • Il ciclo dell’acqua è il movimento continuo dell’acqua, sopra e sotto la superficie della terra.
  • Il ciclo del carbonio è il ciclo biogeochimico attraverso il quale il carbonio viene scambiato tra la biosfera, la pedosfera, la geosfera, l’idrosfera e l’atmosfera della terra.
  • Il ciclo dell’ossigeno è il movimento dell’ossigeno all’interno e tra i suoi tre serbatoi principali: atmosfera, biosfera e litosfera.
  • Il ciclo del fosforo è il movimento del fosforo attraverso la litosfera, l’idrosfera e la biosfera.

Tutela dell’ambiente naturale


Emergenze ambientali


Nel corso della storia geologica della Terra, le caratteristiche ambientali sono fortemente cambiate, soprattutto dall’attività umana negli ultimi secoli.

L’uomo ha modificato in modo significativo l’ambiente, ha creato città, utilizzato risorse, modificato il paesaggio inserendo nuove specie là dove prima non erano presenti.

Leggi anche:  Flora (botanica) lo studio della vegetazione e del suo habitat

Queste interferenze dovute all’attività umana nei fattori ambientali, hanno sviluppato diverse problematiche, tra cui:

  • inquinamento ambientale (alterazione dell’ambiente)
  • effetto serra (fenomeno di regolazione della temperatura)
  • riscaldamento globale (mutamento del clima terrestre)
  • buco nell’ozono (riduzione dell’ozono stratosferico)
  • deforestazione (eliminazione della vegetazione arborea)
  • desertificazione (degradazione dei suoli)
  • piogge acide (precipitazioni contaminate dall’immissione di particelle e molecole acide)
  • estinzione di numerose specie viventi (scomparsa di una determinata specie)

Tutela dell’Ambiente


La tutela dell’ambiente è un obiettivo politico prioritario e urgente che gli ambientalisti, o ecologisti, operano al fine di migliorare l’ambiente naturale.

L’inquinamento e la cattiva gestione delle risorse crea danni irreversibili alla biodiversità del pianeta.

Molte specie sono infatti scomparse, con i relativi ecosistemi e rischi di un collasso generale della Terra.

La vita di tutti gli esseri viventi, compreso l’uomo, è strettamente legata alla vita di ogni altra specie interconnessa alle condizioni fisico-climatiche.

L’ecologia studia quindi le interrelazioni fra le risorse vitali di tutte le specie e le relative condizioni geoclimatiche.

La biosfera terrestre, ossia l’ambiente, è la somma di tutti gli habitat di ogni specie vivente e l’insieme di diversi ecosistemi che si scambiano risorse vitali.

La distribuzione di ogni singola specie porta dunque danno al relativo habitat o ecosistema o, peggio ancora, la perdita di ogni singolo habitat porta irreparabilmente danno all’intera biosfera del nostro pianeta.

Associazioni a tutela dell’ambiente


Le associazioni a tutela dell’ambiente, attive in ambito internazionale, si ricordano:

  • WWF: organizzazione non governativa che opera in un centinaio di nazioni.
  • Greenpeace: organizzazione non governativa ambientalista e pacifista, attiva in più di 55 nazioni.
  • BirdLife International: organizzazione ambientalista che conta 119 associazioni partner distribuite in 117 nazioni e territori.
  • Green Cross International: organizzazione ambientalista attiva in più di 30 nazioni.
  • Sea Shepherd Conservation Society: organizzazione no-profit attivista per la tutela degli ambienti marini.

Le associazioni tutela dell’ambiente nel territorio italiano sono inoltre presenti:

  • Federazione nazionale pro Natura: associazione di tutela ambiente italiana a livello nazionale, che conta oltre cento associazioni locali.
  • Legambiente: organizzazione ambientalista.
  • Lega Italiana Protezione Uccelli (LIPU): associazione ambientalista partner dell’associazione Birdlife Interntional.
  • Lega anti vivisezione: associazione animalista.

Altre note


  • Antropizzazione: in geografia ed ecologia è l’insieme degli interventi di trasformazione dell’ambiente naturale da parte del genere umano.
  • Habitat: è il luogo le cui caratteristiche fisiche e ambientali possono permettere ad una determinata specie di vivere, svilupparsi, riprodursi.
  • Inquinamento: è un’alterazione dell’ambiente, naturale o dovuto ad antropizzazione da parte di elementi inquinanti.

Risorse utili didattici. Scopri ora su Amazon



Se ti è piaciuto questo articolo condivi:





Lascia un commento