Ammoniaca, la soluzione per le pulizie domestiche

ammoniaca solvente

L’Ammoniaca è un prodotto utilizzato dalle casalinghe per le pulizie di casa.

Usato come detergente è imbattibile contro lo sporco, elimina cattivi odori e può essere utilizzato per diversi scopi.

Cosa è l’Ammoniaca


L’ammoniaca è un prodotto la cui sostanza è importante nella industria, così come i suoi innumerevoli usi.

In un ambiente domestico è utilizzato come detergente. Può essere usato su molte superfici come specchi, vetri, bagni e superfici lavabili non delicati.

L’ammoniaca, essendo è un composto chimico, si presenta come un gas incolore, è tossico e ha un’odore pungente caratteristico.

Già nota in età classica, a temperatura ambiente è una sostanza tossica e irritante. In presenza dell’aria può corrodere l’alluminio, il rame, il nichel e le loro leghe.

A contatto con gli acidi reagisce formando i sali d’ammonio, e può reagire anche in maniera esplosiva con l’ossigeno poiché è dotata di comportamento riducente.

Tra le sue caratteristiche, scioglie i metalli alcalini. E’ un composto molto solubile in acqua, e la sua applicazione più importante è la produzione di acido nitrico, un forte agente ossidante, la cui miscela viene composta da nove parti di aria e una di ammoniaca.

Gli usi per le pulizie domestiche


L’ammoniaca è davvero utile nelle pulizie di casa per eliminare sporco e macchie da diverse superfici, è molto importante però ricordarsi di non miscelarla con la candeggina perché la sua reazione chimica è alquanto pericolosa.

In cucina: si possono pulire fornelli e tutte le superfici facilmente lavabili per sgrassarle; se diluita con l’acqua si può detergere anche il forno.

Vetri e specchi: se lavati con un pò di ammoniaca risulteranno più brillanti; lo stesso vale per le mattonelle di bagno e cucina.

Pulizie generali: se diluita con l’acqua si possono pulire mobili e pavimenti, inoltre elimina macchie di vino su tessuti e vestiti. (fate prima la prova su un pezzo di stoffa per testarne la reazione).

Diluita con acqua e sapone si possono pulire le scarpe, mentre con acqua, in formato spray, in un nebulizzatore, pulisce tappeti e moquette.

Per togliere gli odori di muffa da strofinacci o asciugamani, basta fare un lavaggio con mezza tazza di ammoniaca.

E’ anche un ottimo ammorbidente perché riduce l’elettricità statica, e, se miscelata al 50% d’acqua, è utile per eliminare anche le macchie.

E’ imbattibile contro ogni tipo di sporco, ha un potere sgrassante e risolve diversi inconvenienti in casa. L’importante è ricordarsi di non diluirla con altri detergenti ma solo con acqua.

Come usare l’ammoniaca


Finestre: per ottenere vetri perfetti e brillanti basta pulirli con un panno imbevuto di ammoniaca diluita con acqua: 1 parte di essa e 3 parti di acqua.

Persiane: sempre diluita con acqua, e con un panno imbevuto, le persiane torneranno pulite e brillanti come per i vetri. Si utilizza una spazzola per strofinare e poi un panno pulito per sciacquare.

Tappeti e tappezzeria: per togliere le macchie su tappeti, tappezzeria e moquette, si deve strofinare con una spugna bagnata imbevuta di amm. e acqua in una bacinella con due litri d’acqua e una tazza di amm.. Si deve strofinare, sciacquare e bagnare la spugna fino a quando la macchia non sparisce. Ottima anche per la pulizia della tappezzeria dell’auto.

Pavimenti in legno: con una miscela composta da una tazza di ammoniaca e due litri d’acqua, si toglie quel giallognolo sui pavimenti in legno causato dall’accumulo di cera. Dopo aver fatto riposare per 3/5 minuti, si strofina il pavimento con una spazzola di plastica per togliere la cera, dopodiché si lava con uno strofinaccio pulito risciacquando bene.

Bagno: Con una miscela di alcool etilico, acqua e ammoniaca in parti uguali, si puliscono specchi, cristalli, fughe e piastrelle.

Per eliminare residui di sapone e di grasso su lavandini e vasca da bagno, strofinare con un panno imbevuto in ammoniaca diluita con acqua ( 1 cucchiaio di amm. in 4 litri di acqua).

Per pulire spazzole, pettini, spugne naturali e sintetiche, si mettono in ammollo in una ciotola con acqua tiepida e uno spruzzo di ammoniaca.

Oggetti in bronzo: strofinare gli oggetti con un panno imbevuto in una miscela di acqua, ammoniaca e alcool in parti uguali, poi scaicquare e lucidare.

Rame e ottone: Strofinare con un panno imbevuto in una miscela di acqua, ammoniaca e alcool in parti uguali, poi sciacquare, asciugare e lucidare; se si aggiunge una goccia di aceto alla miscela diventeranno ancora più brillanti.

Gioielli e oro: si mettono in ammollo per un minuto in una miscela di una parte di ammoniaca e sei parti di acqua tiepida, poi sciacquare e asciugare bene, torneranno puliti e brillanti. Non usare questo procedimento se i gioielli hanno incastonato pietre, perle e né se sono gioielli di platino.

Computer: Strofinare con un panno imbevuto di ammoniaca diluita, una parte di essa e sei parti di acqua.


Ti è piaciuto questo articolo? Condividi con un amico/a o sul tuo social preferito. Se invece vuoi restare sempre aggiornato/a sui nuovi argomenti iscriviti alla nostra Newsletter


I commenti sono chiusi.