• Stai Visualizzando: cosmo » Astronomia e l’universo

Astronomia e l’universo

astronomia

L’astronomia è la scienza che studia le origini e l’evoluzione dell’universo mediante l’osservazione e la spiegazione degli eventi celesti.

E’ lo studio delle proprietà fisiche, chimiche e temporali degli oggetti celesti che possono essere osservati sulla Sfera celeste.

La scienza dell’astronomia è una scienza tra le più antiche studiata da molte civiltà: egizi, greci, babilonesi, indiani e cinesi fino ai maya e agli incas.

Gli studi antichi erano orientati verso lo studio delle posizioni degli astri, la periodicità degli eventi e la cosmologia, e quasi sempre era collegata con aspetti religiosi, oggi, invece, è praticamente sinonimo di astrofisica.

L’astronomia non va confusa con l’astrologia, anche se entrambe hanno un’origine comune, esse sono totalmente diverse:


Astronomia e Astrofisica

L’astronomia o astrofisica sono termini usati per riferirsi allo stesso soggetto, a seconda della definizione del dizionario.

Con il termine astronomia viene riferito lo studio della materia e di oggetti fuori dall’atmosfera terrestre e delle loro proprietà fisiche e chimiche.

Con il termine astrofisica indica la branca dell’astronomia che tratta il comportamento, le proprietà fisiche e i processi dinamici degli oggetti celesti e altri fenomeni.

L’astronomia può essere utilizzata per descrivere lo studio qualitativo del soggetto, mentre l’astrofisica è usata per descriverne la versione orientata verso la fisica.

Il metodo principale per ottenere informazioni è la rilevazione e l’analisi di radiazioni elettromagnetiche.


Le discipline dell’Astronomia

Nell’astronomia si misurano le posizioni degli oggetti celesti in cielo, storicamente la conoscenza precisa delle posizioni di Sole, Luna, Pianeti e Stelle è stata essenziale nella navigazione astronomica e nella realizzazione di calendari.

Lo studio preciso delle posizioni dei pianeti ha portato alla comprensione delle perturbazioni gravitazionali, e la capacità di determinare le posizioni passate e future di essi ha portato alla nascita della branca nota come Meccanica Celeste.

Lo studio del movimento delle Stelle vicine, fornisce una base fondamentale per definire le distanze degli oggetti, i diversi metodi della scala delle distanze cosmiche viene utilizzata per misurare la scala dell’intero universo.

Lo studio delle Stelle vicine fornisce anche una base di studio per le proprietà fisiche di Stelle lontane, e le misurazioni della velocità radiale e del moto proprio permette il tracciamento di movimenti di questi sistemi attraverso la Via Lattea.

Nel campo delle specifiche discipline astronomiche, dato la diversità degli oggetti e dei fenomeni presenti nell’universo, difficilmente gli astronomi professionisti possono occuparsi di più di una disciplina.

  • Le discipline astronomiche sono:
  1. Astronomia Solare: lo studio del Sole, la stella madre del Sistema solare;
  2. Scienza planetaria: lo studio delle proprietà fisiche di pianeti, satelliti, pianeti nani, comete, asteroidi e altri corpi in orbita attorno al Sole, così come dei pianeti extrasolari.
  3. Astronomia Stellare: lo studio delle Stelle e della loro evoluzione, fondamentale per la comprensione dell’universo.
  4. Astronomia Galattica: lo studio della Via Lattea, la nostra galassia, della sua formazione, struttura, composizione e di tutto ciò che essa contiene.
  5. Astronomia extragalattica: lo studio degli oggetti al di fuori della nostra galassia, la Via Lattea.
  6. Cosmologia: lo studio dell’universo nel suo insieme complesso.

Vi sono altre discipline che, pur non essendo considerate branche dell’astronomia, si interessano di argomenti correlati con essa.

  • Gli studi interdisciplinari sono:
  1. Archeoastronomia: lo studio delle arti astronomiche antiche e degli orientamenti architettonici.
  2. Astrobiologia: lo studio dell’origine, dell’evoluzione, della distribuzione e del futuro della vita al di fuori della Terra, sia della vita dell’essere umano che della vita extraterrestre.
  3. Astrochimica: lo studio della chinica del mezzo interstellare, in particolare delle nubi molecolari di gas.
  4. Astrofotografia: lo studio e lo sviluppo di metodi per l’ottenimento di immagini astronomiche.
  5. Autocostruzione: lo studio e la progettazione di metodi per l’autocostruzione di telescopi e strumenti per l’astronomia da parte degli astrofili.
  6. Astronautica: si occupa nella costruzione di strumenti utili nell’osservazione e nell’esplorazione del Cosmo.
  7. Astronomia nautica: studia la risoluzione dei problemi di posizione e direzione, in mare o in volo, utilizzando i principi dell’astronomia sferica.
  8. Astronomia digitale: studia i metodi, i software e gli strumenti per l’ottenimento di imamgini digitali.
  9. Fisica astroparticellare: utilizza conoscenze e metodi di fisica delle particelle per studiare i fenomeni celesti estremamente ebergetici o, viceversa, utilizza la volta celeste ed i fenomeni estremamente energetici che vi si verificano come luogo privilegiato di osservazione per ottenere risultati sul Modello Standard e sulle sue eventuali estensioni.

L’Astronomia amatoriale, invece, è quella parte dell’astronomia che viene svolta da astronomi non professionisti, detti comunemente astrofili, sono sprovvisti di qualifiche proprie della professione di astronomo.

Gli astrofili appassionati di astronomia hanno comunque l’obiettivo di osservare gli oggetti celesti come la Luna, i pianeti, le Stelle e le comete, gli sciami meteorici, galassie e nebulose.

Un ramo dell’astronomia amatoriale è l’astrofotografia amatoriale, cioè l’acquisizione di foto del cielo notturno.


  • Voci Correlate…

Se ti è piaciuto l’articolo Condividilo sul tuo Social preferito o fallo sapere a qualche amico. Se vuoi ricevere le ultime novità iscriviti alla Newsletter

Rispondi