Come coltivare la zucca in orto

zucca coltivazione

Coltivare la zucca in orto, come ortaggio invernale, o semplicemente come zucca ornamentale, richiede particolari esigenze.

Teme tuttavia il gelo e le temperature troppo calde, e per ottenere un prodotto saporito ha bisogno di molto potassio.


La zucca è un ortaggio invernale che si raccoglie in autunno e si conserva bene per mesi.

E’ ottima come base per la preparazione di zuppe e altri piatti tipici dell’inverno; può essere anche coltivata come zucca ornamentale.

In orto questo ortaggio richiede una ricca concimazione e ampio spazio, richiede molta acqua, è particolarmente esigenze e teme il gelo.

Come coltivare la zucca in orto


Il Terreno

Il terreno deve essere piuttosto ricco e dal pH compreso tra 6 e 7, il compost utilizzato, o il letame, occorre aggiungere molto potassio perché la rende più saporita e dolce, ottenendo così un prodotto di qualità. Prima di coltivarla è opportuno scavare una buca da riempire con del letame.

La zucca però teme il gelo, se la temeprature è inferiore ai 10 gradi riporta danni, e se invece supera i 30 la pianta soffre per il troppo caldo, per questo la temperatura ideale, per la coltivazione, dovrebbe essere mite.


La Semina

La semina della zucca può essere sia direttamente a dimora, in postarelle disponendo 3-4 semi, sia piantine in vasetto la cui semina dovrà essere effettuata da metà aprile trapiantando poi la piantina da fine mese.

Per il sesto d’impianto, le piantine di zucca si dispongono a gruppi di due ognuna in direzione diversa, a una distanza almeno di 160-200 cm tra le piante.


Coltivazione

Per rinfoltire la pianta della zucca, il terreno deve essere smosso e ben ossigenato zappettando periodicamente e controllando le erbe infestanti che andranno tolte.

Quando la pianta ha 3-4 foglie reali, si diradano lasciando quella migliore di ogni postarella; per il concime è ottimo il macerato di ortica da spruzzare dopo il trapianto, diluito in acqua.

Per ottenere delle zucche giganti, si dovranno apportare sostanze nutritive anche dopo il trapianto, il macerato di ortica può essere usato durante la coltivazione, mentre in fase di lavorazione del suolo andrà bene la sostanza organica.

La zucca si appoggia a terra, per questo è utile usare la pacciamatura, una tecnica che fa risparmiare lavoro di sarchiatura delle erbacce infestanti, se ciò non avviene si devono eliminarle accuratamente.

La potatura è importante per bilanciare la pianta della zucca, si esegue periodicamente cimandola dopo la seconda o quarta foglia, a seconda di quando si è sviluppata la pianta.


La Raccolta

La raccolta della zucca avviene quando questa è perfettamente matura, e la si riconosce quando la buccia è molto dura e inscalfibile.

UIna volta raccolta, la zucca deve essere conservata in un luogo fresco e asciutto, poiché teme il gran freddo meglio non porla in un posto troppo umido.

Per quanto riguarda i fiori di zucca, si possono raccogliere quelli che presentano il picciolo allungato e sempre dopo mezzogiorno perché potrebbe arrestarsi l’impollinazione e perdere quindi il raccolto della zucca stessa.

Coltivare la zucca in orto: Cura della Zucca


La zucca non è particolarmente soggetta agli insetti dannosi, tuttavia gli afidi sono quelli che colpiscono maggiormente tutte le piante dell’orto.

Gli afidi, conosciuti anche come pidocchi delle piante, si annidano sulle foglie succhiando la linfa.

Sono insetti fastidiosi e dannosi perché spesso trasmettono virosi alle piante danneggiandole.

Dopo aver quindi controllato quotidianamente le zucche dalla comparsa di eventuali parassiti, un metodo valido per la loro eliminazione è quello manuale con getti d’acqua o potando le parti più colpite.


Ti è piaciuto questo articolo? Condividi con un amico/a o sul tuo social preferito. Se invece vuoi restare sempre aggiornato/a sui nuovi argomenti iscriviti alla nostra Newsletter



I commenti sono chiusi.


  • Informazioni su questo sito

    AbcSapere.it non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Si informa inoltre che tutti gli argomenti trattati sono solo a scopo informativo, e in nessun caso devono sostituire il parere di un professionista o parere medico. Si raccomanda quindi, sempre e comunque, una consultazione con uno specialista del settore…


    Licenza Creative Commons
    Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Italia.