Come scegliere e mantenere l’Albero di Natale

albero di natale abete

L’Albero di Natale crea un’atmosfera magica nella nostra casa, una tradizione natalizia osservata nella maggior parte del mondo.

Scegliere e mantenere l’Albero di Natale, quindi, tra Pino e Abete, scopriamo le tipologie e il mantenimento come pianta ornamentale.


L’Albero di natale


La maggior parte delle persone, in vista delle feste natalizie, ha già realizzato il suo Albero di Natale in attesa della Vigilia.

A rendere unico e speciale il nostro albero, sono le diverse tecniche utilizzate per la decorazione e la realizzazione di pendenti originali.

Per chi ancora non lo avesse fatto, di seguito ecco qualche suggerimento su come scegliere il tipo di albero, se naturale o sintetico, se di Pino o Abete.

Alberi naturali o sintetici?


Se la scelta per fare l’Albero di Natale cade su un albero vivo, il consiglio è di acquistarlo solamente se viene collocato all’esterno.

Al momento dell’acquisto, inoltre, si deve controllare che le radici non siano state strappate.

Se l’albero viene poi utilizzato all’interno, deve essere disposto nel luogo più fresco e luminoso della casa.

Anche se costano di più, si deve scegliere alberi delle conifere a crescita lenta e piantate in vaso, non sradicate, così la sicurezza della loro durata sarà maggiore.

Alberi di Pino o Abete?


albero di natale pino

L’Abete è un albero sempre verde, resinoso e d’alto fusto.

Si differenzia dai Picea per i coni eretti e non penduli, e per la diversa attaccatura delle foglie.

Le foglie degli Abeti sono attaccati direttamente sui ramuli, quelle dei Picea invece mediante un minuscolo picciolo.

Il Pino, le cui specie sono oltre 100 che comprendono questo genere, e di cui alcune sono impiegate in giardinaggio, ha aghi fini e triangolari e sono raccolti in ciuffi.

Per realizzare l’Albero di Natale non si utilizzano i Pini ma gli Abeti.

Cura e mantenimento dell’Albero di Natale


Gli alberi naturali crescono lentamente ma possono essere riutilizzati negli anni successivi.

Per mantenere il suo ciclo vitale, si deve bagnare l’albero solamente quando è asciutto, e non si deve spruzzare l’acqua quando ci sono addobbi e luci.

Alcuni inseriscono sulla cima dei cubetti di ghiaccio che si sciolgono lentamente.

Terminate le Festività, si riconsegna nei punti di raccolta, i quali provvedono a metterlo a dimora, oppure si interra con il vaso per recuperarlo l’anno prossimo.

Nota: Gli alberi naturali tendono a perdere gli aghi, per questo motivo molti scelgono come Albero di Natale quello sintetico.


Ti è piaciuto questo articolo? Condividi con un amico/a o sul tuo social preferito. Se invece vuoi restare sempre aggiornato/a sui nuovi argomenti iscriviti alla nostra Newsletter



I commenti sono chiusi.


  • Informazioni su questo sito

    AbcSapere.it non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Si informa inoltre che tutti gli argomenti trattati sono solo a scopo informativo, e in nessun caso devono sostituire il parere di un professionista o parere medico. Si raccomanda quindi, sempre e comunque, una consultazione con uno specialista del settore…


    Licenza Creative Commons
    Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Italia.