Continente in geografia
Continente in geografia

Continente in geografia


continente mappa del mondo

Continente è il termine con il quale si riferisce a una vasta area continuamente emersa dal suolo alla superficie terrestre della terra.

In geografia, questa definizione è spesso modificata in base a criteri che utilizzano abitudini storiche e culturali.


Il Continente in geografia


Atlante


La parola continente deriva dal latino continere, che vuole significate “tenere insieme” o più simbolicamente “terre continue“.

In geografia la definizione di continente spesso varia secondo alcuni criteri, come storici e culturali.

In alcuni sistemi di continenti, ad esempio, considerano l’Europa e l’Asia come due continenti, mentre l’Eurasia forma solo una terra.

Questi sistemi hanno portato a diversi tipi di modelli di continenti, che vanno da quattro a sette continenti.

Un’area continentale comprende anche piccole isole a brevissima distanza dalla costa, ma non quelle separate da significative insenature.

Da un punto scientifico, i continenti includono anche isole alle placche continentali, come le isole britanniche rispetto all’Eurasia.

Cenni storici


I continenti furono distinti dagli antichi marinai greci che diedero i nomi dell’Europa e dell’Asia.

Questi nomi furono designati per i terreni vicino alla costa, solo in seguito furono estesi all’entroterra.

Secondo gli antichi greci, il Mar Egeo era il centro del mondo, con l’Asia a est, l’Europa a ovest e il Nord e l’Africa a sud.

Il Nilo era generalmente considerato il confine tra Asia e Africa, tuttavia, Erodoto (storico e geografo greco), nel XV secolo a.C., pose l’Egitto in due continenti.

Coincise così con la rottura tra Asia e Africa con il confine occidentale dell’Egitto, che pose quel paese in Asia.

Altri geografi divisero i continenti per istmi, chiamando così i continenti “penisole“.

Fissarono quindi il confine tra Europa e Asia all’istmo tra il Mar Nero e il Mar Caspio, e il confine tra Asia e Africa all’istmo tra il Mar Rosso e la foce del Lago Bardawil sul Mediterraneo.

Americhe


Cristoforo Colombo (navigatore genovese), attraversò l’Oceano Atlantico per raggiungere le Indie Occidentali nel 1492, spianando la strada all’esplorazione e alla colonizzazione europea delle Americhe.

Nonostante i suoi quattro viaggi verso ovest, Colombo non sapeva di aver raggiunto un nuovo continente, pensò invece di aver raggiunto l’Asia.

Nel 1501, una spedizione guidata da Amerigo Vespucci (esploratore fiorentino) navigò lungo le coste del Brasile viaggiando molto a sud lungo la costa del Sud America.

Nel suo resoconto di viaggio, che pubblicò tornato in Europa, intitolato Mundus Novus (Nuovo Mondo), in cui afferma di aver scoperto un continente.

Leggi anche:  Quale è il Continente Nuovo? L'America!

Egli inoltre spiega che queste regioni meridionali, abitate da più persone e animali che in Europa, Asia e Africa, era un continente come gli altri tre.

Il termine Nuovo Mondo cominciò ad apparire sulle mappe indicando il Sud America.

Le mappe dell’epoca mostrano il Nord America come collegato all’Asia e al Sud America come terra separata.

Nel 1507, venne pubblicata una mappa del mondo di Martin Waldeseemller (cartografo tedesco), Cosmographia Universalis, che è la prima a mostrare il Nord e il Sud America distinti dall’Asia e circondati dall’acqua.

I continenti


A partire dalla fine del XVIII secolo, alcuni cartografi iniziarono a considerare il Nord e Sud America come due parti del mondo. I continenti divennero quindi cinque.

Nel 1606 venne scoperta l’Australia e, alla fine del XVIII secolo, alcuni geografi lo consideravano un continente a se stesso.

Nel 1820 fu avvistata l’Antartide, descritta come un continente da Charles Wilkes nella spedizione Wilkes nel 1838.

E’ l’ultimo continente ad essere identificato e, dal 1849, fu inserito come continente.

Negli ultimi anni, la spinta per l’Europa e l’Asia, considerate due continenti, sono talvolta visti come unico continente, chiamato Eurasia.

Termini e definizioni di Continente in geografia


Definizioni


I continenti, per convenzione, sono visti come grandi masse di terra continue e discrete separate da distese d’acqua.

Negli schemi moderni con cinque o più continenti riconosciuti, almeno una coppia di continenti è in qualche modo affiancata dalla terraferma.

Le principali masse terrestri della Terra, hanno tutte coste su un unico oceano mondiale continuo.

Esso è diviso in un certo numero di principali componenti oceaniche dai continenti e vari criteri geografici.

Misura


Il significato più ristretto del continente, in geografia, è quello di un’area continua di terra o terraferma.

Il termine Europa continentale è usato per riferirsi all’Europa continentale o continente europeo, escluse le isole.

Leggi anche:  Quale è il Continente più freddo della Terra? L'Antartide!

Il termine Continente australiano, invece, può riferirsi alla terraferma dell’Australia, escluse le isole vicine.

Gli Stati Uniti continentali si riferiscono ai 48 stati contigui e al Distretto di Columbia, e possono includere l’Alaska nel nord-ovest del continente, escludendo le Hawaii nell’Oceano Pacifico.

Dal punto di vista geologico o della geografia fisica, il continente può essere esteso oltre i confini della terraferma continua.

Include l’area adiacente poco profonda e sommersa (piattaforma continentale) e le isole sulla piattaforma (isole continentali), in quanto sono strutturalmente parte del continente.

Il bordo della piattaforma continentale, così, è il vero bordo del continente, poiché le coste variano con i cambiamenti nel livello del mare.

Confini


Il criterio ideale secondo cui ogni continente è una massa di terra discreta, è comunemente rilassato a causa delle convenzioni storiche.

Dei sette continenti riconosciuti, solo l’Antartide e l’Australia sono completamente separate dagli altri continenti dall’oceano.

Alcuni continenti sono definiti come “masse di terra più o meno discrete“, e non come corpi assolutamente distinti.

Il criterio di una massa di terra discreta è completamente ignorato se la massa terrestre continua dell’Eurasia è classificata come due continenti separati: Europa e Asia.

In geologia e geografia, l’Eurasia è vista come un unico continente che si traduce in una visione del mondo in sei continenti.

Se i continenti abbracciano tutta la terra contigua di un corpo, allora Africa, Asia ed Europa formano un unico continente che può essere indicato come Afro-Eurasia.

Con il consolidamento delle Americhe, dal punto di vista combinato, questo avrebbe prodotto un modello a quattro continenti: Afro-Eurasia, America, Antartide e Australia.

Numero


Per distinguere i continenti, esistono diversi modi: numero, continenti, modelli.

Quattro continenti: Afro-Eurasia (Vecchio Mondo); America (Nuovo Mondo); Antartide; Australia.

Il modello a cinque continenti è spesso usato con i cinque anelli della Bandiera Olimpica, esclusa l’Antartide.

  • Africa; Eurasia; America; Antartide; Australia.

Il modello a sette continenti è solitamente insegnato nella maggior parte dei paesi di lingua inglese, tra cui: Stati Uniti, Regno Unito, e Australia. Anche in Cina, India, Pakistan, Filippine e parti dell’Europa occidentale.

  • Africa; Asia; Europa; Nord America; Sud America; Antartide; Australia.
Leggi anche:  Europa (Continente)

Il modello a sei continenti combinato con Eurasia, è utilizzato principalmente in Russia, Europa orientale e Giappone.

  • Africa; Eurasia; Nord America; Sud America; Antartide; Australia.

Il modello a sei continenti con America combinato, è utilizzato in America Latina, Grecia e paesi che parlano lingue romanze. Modello seguito in Italia.

Alcuni geografi usano il nome Oceania per indicare una regione che include la maggior parte dei paesi e territori insulari nell’Oceano Pacifico e nel continente australiano.

Divisioni dei Continenti in geografia


Supercontinente


Un supercontinente, in geologia, è l’assemblaggio della maggior parte o tutti i blocchi continentali, o cratoni della Terra per formare una singola grande massa terrestre.

All’inizio della documentazione geologica, i supercontinenti sono masse terrestri che comprendono più di un cratone o nucleo continentale.

Subcontinenti


Alcune parti continentali sono riconosciute come subcontinenti, come le grandi penisole separate dalla principale massa continentale per caratteristiche geografiche.

Quelli interessati si trovano su placche tettoniche diverse dal resto del continente, fornendo una giustificazione geologica per la terminologia.

Dove le Americhe sono viste come un unico continente (America), è diviso in due subcontinenti (Nord e Sud America), o tre (con l’America Centrale).

Quando l’Eurasia è considerata un unico continente, l’Europa è trattata come un subcontinente.

Microcontinenti


I frammenti continentali, sinonimo di microcontinente, sono pezzi di continenti che si sono spezzati dalle principali masse continentali per formare isole distinte.

Un esempio è il Madagascar, solitamente considerato un’isola d’Africa, ma la sua evoluzione divergente ha fatto si che fosse indicato come “l’ottavo continente” da una prospettiva biologica.

Continenti sommersi


Un continente sommerso è una regione di crosta continentale di dimensioni estese ma principalmente sottomarine.

Un esempio è la Zealandia, che emerge dal mare principalmente in Nuova Zelanda e Nuova Caledonia.

Un altro esempio è l’altopiano di Kerguelen, che è quasi completamente sommerso nell’Oceano Indiano meridionale.


Se ti è piaciuto questo articolo condivi:


Voci correlate


Collegamenti esterni