Flora (botanica) lo studio della vegetazione e del suo habitat
Flora (botanica) lo studio della vegetazione e del suo habitat

Flora (botanica) lo studio della vegetazione e del suo habitat


Flora in botanica, termine e significato


Flora vegetazione

La flora è un settore della botanica denominata floristica che studia la vegetazione e descrive il suo habitat in un determinato territorio.

Essa elenca le specie vegetali con una descrizione, classificazione e censimento delle specie presenti in una determinata area geografica.


Descrizione


La flora è un settore della botanica (floristica), ed è complementare allo studio della vegetazione (geobotanica).

E’ la scienza che descrive i popolamenti vegetali in una determinata località e condizione ambientale ed ecologica.

E’ tutta la vita vegetale presente in una particolare area, regione o tempo del nostro pianeta.

La flora si riferisce al censimento, descrizione e classificazione, quanto più possibile, delle specie vegetali.

Dal punto di vista floristico, consiste in un elenco delle specie, mentre dal punto di vista quantitativo è la frequenza delle specie nel popolamento vegetale.

Sotto il profilo relazionale-ecologico, infine, definisce delle forme consociative strutturali e funzionali.

Vegetazione


Il termine vegetazione è un termine generale che riguarda la vita vegetale di una regione, componente della biosfera.

E’ il riferimento alla copertura del suolo da parte di piante, ed è il più abbondante elemento della biosfera.

La vegetazione è un insieme di piante o comunità vegetali che popolano un certo territorio. Essa può essere naturale, subnaturale, seminaturale ed antropogena.

Le specie è alla base della classificazione degli organismi viventi, quelle coltivate o piantate, invece, non costituiscono vegetazione in quanto non spontanee.

Erbaio


La floristica, studio delle specie in botanica, si avvale dello strumento dell’erbaio, una raccolta di esemplari vegetali compressi, catalogati e conservati.

Un erbaio è costituito dalle varie fasi che comprendono:

  • Raccolta dei campioni
  • Processo di essicazione
  • Etichettatura dei campioni essiccati
    • denominazione della specie
    • posizione sistematica
    • data di raccolta
    • luogo di raccolta
    • habitat
    • raccoglitore
    • determinatore
  • informazioni su dimensioni, colore delle foglie, forma e dimensioni dei fiori
  • Protezione periodica delle piante
Leggi anche:  Compiti a casa perché e quali sono gli obiettivi

Biologia vegetale


La biologia vegetale, o botanica o fitologia, è lo studio delle forme di vita del mondo vegetale.

E’ la disciplina che studia le specie in rapporto alla loro anatomia, fisiologia, utilità, classificazione ed ecologia.

Gli organismi più complessi studiati dalla botanica costituiscono il regno delle Piante, o Plantae.

Plantae


Le piante sono organismi uni o pluricellulari, eucarioti foto-aerobici, con cloroplasti di origine endosimbiotica primaria.

La maggior parte sono incluse nel gruppo delle Angiosperme, che si distinguono dagli altri gruppi per la produzione di fiori, impollinazione, formazione di semi racchiusi all’interno di un frutto.

La definizione di piante include: alberi, arbusti o cespugli, erbe, rampicanti, succulente, felci, muschi, alghe verdi e altri ancora.

Tutte le attuali definizioni di Plantae escludono i funghi e alcune alghe, così come i procarioti (organismo privo di nucleo nucleare).

Flora italiana


La flora italiana, dal punto di vista climatico, appartiene alla flora dei climi temperati, ad eccezione delle aree montane più elevate.

Dal punto di vista geografico, le specie presenti in Italia appartengono alla flora europea o a quella mediterranea.

Le diversità di clima esistenti tra l’Italia peninsulare e l’Italia continentale dà origine a una differente vegetazione nell’una e nell’altra zona.

Si può riconoscere una classificazione nel modo seguente:

  • Vegetazione sempreverde di tipo mediterraneo
  • Vegetazione di latifoglie
  • Vegetazione ad aghifoglie

Ogni categoria, inoltre, si può suddividere in molte forme specifiche, influenzate dal clima, dalle caratteristiche del suolo, da fattori storici ecc.


Se ti è piaciuto questo articolo condivi:

Suggerimenti utili:


Collegamenti esterni


Leggi anche:  Didattica alla Geografia quali sono i fini didattici