Flora definizione e significato

flora significato natura botanica piante

Flora, nel suo significato, è tutta la vita vegetale di un territorio o paesaggio.

E’ un settore di studio della Botanica, denominato Floristica, complementare a quello della vegetazione.

Flora definizione e significato


Descrizione


La Flora, di un territorio o paesaggio, comprende la descrizione e la classificazione, per quanto possibile, delle specie vegetali.

La Floristica, che un settore di studio della Botanica, elenca le specie vegetali presenti in una determinata area geografica.

Tale disciplina, si avvale dell’Erbaio, una raccolta di esemplari vegetali essiccati e compressi, quindi catalogati e conservati.

Etimologia


La parola Flora, deriva dal latino “Flora“, la dea delle piante, dei fiori e della fertilità nella Mitologia romana.

Il termine tecnico Flora, quindi, deriva dal concetto di questa dea alla fine del XVI secolo.

Il termine Flora, inoltre, è stato utilizzato per riferirsi ai fiori di un giardino artificiale nel XVII secolo.

La distinzione tra vegetazione e flora, fu fatta per la prima volta da Jules Thurmann, geologo e botanico alsaziano franco-svizzero (1849).

Classificazione


Con la definizione di Flora, le piante sono raggruppate in base alla regione, periodo, ambiente e clima.

Le regioni possono essere habitat distinti come montagna e pianura.

Il significato di Flora, può essere la vita vegetale di un’epoca storica nella flora fossile.

La flora può essere suddivisa da ambienti speciali:

  • Flora nativa: flora nativa e indigena di una zona.
  • Flora agricola e orticola, flora da giardino: le piante che sono coltivate dagli esseri umani.
  • Flora iniedata: è applicata alle piante considerate indesiderabili, studiata per controllarle o sradicarle.
    • Nella classificazione, essa comprende tre diversi tipi di piante:
      • Specie di erbacee
      • Specie invasive, che possono o non possono essere erbacee
      • Specie native o introdotte non erbacee che sono indesiderabili dal punto di vista agricolo.
    • Molte piante autoctone precedentemente considerate disocie, hanno dimostrato di essere benefiche o addirittura necessarie per vari ecosistemi.

Documentazione


La flora di una particolare area o periodo di tempo, può essere documentata in una pubblicazione nota come “flora“.

Floras, invece, richiede conoscenze botaniche specializzate da utilizzare con qualsiasi efficacia. Tradizionalmente sono libri.

Flora Danica, di Simon Paulli, del 1648, è probabilmente il primo libro intitolato “Flora” a riferirsi al mondo vegetale di una certa zona.

La Flora Sinensis, del gesuita polacco Michao Boym, pubblicato a Vienna nel 1656, è un’altro primo esempio di un libro intitolato “Flora“.

La pubblicazione di una flora, contiene chiavi di identificazione che richiedono un’esame ripetuto di una pianta, e decidere quale alternativa fornita meglio si applica alla pianta.

Associazione


In associazione alla Flora, altri termini sono:

  • Bioma: comunità di piante e animali che hanno caratteristiche comuni per l’ambiente in cui esistono.
  • Ecosistema: è un sistema biologico costituito da una comunità di organismi viventi e dall’ambiente fisico in cui sono correlati.
  • Fauna: è tutta la vita animale presente in una particolare regione o tempo.
  • Flora orticola: conosciuta anche come flora da giardino, è un aiuto di identificazione delle piante, strutturato allo stesso modo di una flora vegetale autoctone.
  • Megaflora: si riferisce ad una specie vegetale eccezionalmente grande.
  • Vegetazione: è un termine generale che indica un insieme di specie vegetali e la copertura del terreno che forniscono.

Voci correlate


Collegamenti esterni



Ti è piaciuto questo articolo? Condividi con un amico/a o sul tuo social preferito. Se invece vuoi restare sempre aggiornato/a sui nuovi argomenti iscriviti alla nostra Newsletter


I commenti sono chiusi.