Quali sono le ricchezze storiche della città di Lisbona?

Lisbona

Nella città di Lisbona si apre il monumento alle Scoperte costruito nel 1960, che riproduce la prua di una nave stilizzata con le statue di Re, scienziati e capitani protagonisti delle esplorazioni del 400 e 500.

Il monumento ricorda che il piccolo Portogallo ha un posto fra i grandi della storia proprio per l’intraprendenza dei suoi navigatori.

Da dove veniva il sapere che permetteva a quegli uomini di affrontare gli oceani?

Buona parte dei Monaci, guerrieri dell’Ordine del Cristo, altri non erano che i Templari, rifugiati in Portogallo dove avevano cambiato nome.

Meta di molti turisti, Lisbona è una città fantastica ricca di storia e usanze da scoprire assolutamente per chi è amante dei viaggi in località storiche.

  • La Cattedrale, in tutta la sua magnificienza, risaltano le decorazioni di nodi da marinaio, pesci, carciofi, piante tropicali e foglie di tè.
  • La Torre, costruita come una caravella, nella quale sono scolpiti nella pietra animali esotici, sfere armiliari e strumenti di navigazione.
Cattedrale di Belem Lisbona

Uno dei monumenti più visitati della capitale è il Monastero dei geromiti e la vicina Torre di Belèm, simbolo stesso della città.

Entrambe, a poche centinaia di metri dal monumento alle Scoperte, rappresentano lo stile architettonico, viene chiamato Manuelino dal nome del re che diede grande impulso alla navigazione e alle scoperte.

Tra i simboli che ricorrono più spesso nel monastero e nella torre, ci sono le croci patenti, quelle con i bracci che si allargano alle estremità.

Monastero dei Geromiti Lisbona

Tutti avranno presente qualche immagine delle caravelle di Cristoforo Colombo, su quelle vele erano dipinte grandi croci patenti, il simbolo dell’Ordine Militare del Cristo, ossia dei templari che in Portogallo avevano trovato rifugio dopo essere stati perseguitati nel 300 da Filippo il Bello di Francia.

I Re portoghesi li avevano accolti a braccia aperte, cambiandone solo il nome, e ne avevano utilizzato il sapere e le ricchezze per creare una nuova via delle Indie dopo la conquista turca del mediterraneo Orientale e la caduta di Costantinopoli.

Nel 1500, o forse prima, i portoghesi scoprono il Brasile, e nel 1518 sbarcano in Cina.

Oltre ai monumenti del centro storico, Lisbona merita una visita anche al Parco delle Nazioni, il nuovissimo quartiere sul Tago sorto nel 1998 per ospitare l’Esposizione Universale.

Da non perdere la Stazione d’oriente, l’Oceanario, la funivia sulla riva del fiume, lo Shopping Centre, uno dei più grandi d’Europa, e le piazze a tema con bellissime fontane.

Locali, bar, alberghi e casinò completano l’offerta per una giornata davvero intensa tra shopping, cultura e divertimento.

Centro commerciale Lisbona
Marques
Monumento alle Scoperte
Centro di Lisbona
Architettura

Rispondi