Infrastrutture e trasporti in Lombardia

Lombardia, trasporti, infrastrutture e viabilità della regione.

trasporti autostrada urbana milano

La regione della Lombardia gode di collegamenti nazionali e internazionali per cui è agevole arrivarci.

La rete infrastrutturale è, tuttavia, insufficiente alle necessità degli abitanti poiché l’incremento del traffico e della popolazione, durante gli orari di spostamento, risentono della loro capillarità.

Trasporti in Lombardia: Gli Aeroporti


Uno dei migliori sistemi aeroportuali d’Italia è la Lombardia, il cui sistema si sviluppa lungo la fascia pedemontana e consta di quattro aeroporti:

  • Milano-Malpensa
  • Milano-Linate
  • Bergamo-Orio al Serio
  • Brescia-Montichiari

L’aeroporto intercontinentale è quello di Malpensa, il cui ruolo è predominante in quanto gestisce la maggior parte del traffico merci e passeggeri.

L’aeroporto di Linate svolge invece il compito di City airport del capoluogo, mentre quello di Orio al Serio usufruisce dei collegamenti low-cost nazionali e internazionali, e di diversi corrieri merci.

L’aeroporto di Montichiari gestisce i voli cargo a lungo raggio, voli postali e charter, e dispone anche voli di linea nazionali e internazionali per passeggeri.

L’aeroporto di Milano-Bresso, invece, dispone voli per turistici, diversamente da quello di Brescia-Ghedi, adibito a uso militare.

Trasporti in Lombardia: Strade e autostrade


La rete stradale e autostradale lombarda è ben sviluppata e connette le principali città italiane e con l’Europa attravesro la Svizzera.

La A35 BreBeMi collega Milano a Brescia passando per la bassa bergamasca, mentre la A22 Modena-Brennero, che attraversa la provincia di Mantova, percorso europeo E45, collega la Pianura Padana all’Austria e alla Germania.

Rete autostradale lombarda


A1: Milano-Napoli
A4: Torino-Trieste
A7: Milano-Genova
A8: Milano-Varese
A8/A26: Diramazione Gallarate-Gattico
A9: Lainate-Como-Chiasso
A21: Torino-Piacenza-Brescia
A21/racc: Raccordo Autostradale Ospitaletto-Montichiari
A22: Autostrada del Brennero
A35: BreBeMi
A36: Autostrada Pedemontana Lombarda
A50: Tangenziale Ovest di Milano
A51: Tangenziale Est di Milano
A52: Tangenziale Nord di Milano
A53: Bereguardo-Pavia
A54: Tangenziale Ovest di pavia
A58: Tangenziale Est Esterna di Milano
A59: Tangenziale di Como
A60: Tangenziale Sud di Varese

Trasporti in Lombardia: Ferrovie


La rete ferroviaria della Lombardia è piuttosto capillare, gestita da RFI (rete ferroviaria italiana) e Ferrovienord (gestore ferrovie regionale), possiede anche una piccola porzione di FER (ferrovie Emilia Romagna).

Il servizio ferroviario regionale lombardo è gestito da Trenord, società costituita da Trenitalia e del gruppo FNM, per organizzare in modo più efficiente il trasporto ferroviario della regione.

I numerosi servizi a lunga percorrenza e ad alta velocità ferroviaria sono gestiti da Trenitalia, e alta velocità Italo (compagnia privata Italo) gestiti da NTV (nuovo trasporto viaggiatori).

Vi sono inoltre numerosi collegamenti di tipo regionale e regionale veloce operati da Trenitalia e T-PER (trasporti passeggeri Emilia Romagna) nell’ambito dei contratti con le regioni confinanti.

La regione è ben collegata al network alta velocità internazionale grazie ai collegamenti TGV per Parigi, Thello per Nizza, FFS per la Svizzera, sia via Gottardo sia via Sempione e ad alcuni Euronight notturni per l’Austria e la Germania.

Le stazioni di riferimento lombarde sono: Milano Centrale e Milano Cadorna.

Nel sistema ferroviario regionale è inclusa anche la tratta lombarda della linea Ferrara-Suzzura a carico delle Ferrovie Emilia Romagna S.r.l, che termina a Felonica (MN).

La rete ferroviaria regionale è formata da 1.677 km di binari e 296 stazioni, che permettono di raggiungere le maggiori località della regione e le molte città italiane ed europee.

Il passante ferroviario di Milano, infine, consente di attraversare la città in treno da nord-ovest a sud-est.

Trasporti in Lombardia: Trasporto pubblico locale


Le principali città lombarde hanno un proprio sistema autoferrotranviario, mezzi pubblici urbani ed extraurbani:

Autobus, tram, metropolitane, alcune funivie, battelli sul lago d’Iseo, treni regionali e altro.

Area Milanese


La società che gestisce il trasporto pubblico a Milano e nei comuni vicini è l’ATM, con 4 linee metropolitane, 20 linee tranviarie, 4 linee filoviarie e 122 linee automobilistiche.

Sull”area metropolitana milanese per i trasporti su ferro, si basa su due pilatri strettamente interconnessi tra loro:

  1. la rete della metropolitana di Milano con 4 linee (M1, M2, M3, M5)
  2. la rete suburbana delle ‘linee S’ con 12 linee

Area bresciana


La società che gestisce il trasporto pubblico locale a Brescia è Brescia Trasporti, con la metropolitana di Brescia che attraversa la città da sud-est a nord.

La metropolitana di Brescia è una linea leggera automatica, che collega i quartieri passando per il centro storico con un sistema di trasporto rapido.

Area bergamasca


Il trasporto pubblico locale bergamasco su gomma è gestito da ATB (azienda autotrasporti Bergamo).

Quello su ferro, relativo alla metrotranvia Bergamo – Albino, è esercitato da Tranvie Elettriche Bergamasche.

Per accedere alla parte della città di Bergamo di maggiore interesse storico, artistico, monumentale, la Città Alta, vi è la caratteristica funicolare di Bergamo Alta che la collega fino al Colle di san Vigilio.

Area varesina


Il trasporto pubblico locale su gomma Varese è gestito da CTPI (Consorzio Trasporti Pubblici Insubria), mentre la funicolare Vellone-Sacro Monte è gestita da AVT.

La Funicolare Vellone-Sacro Monte collega la valle del Vellone con il borgo di Sacro Monte di Varese, dove si trova il celebre Santuario dedicato alla Madonna.

Metropolitane


La metropolitana di Milano dispone di 4 linee, 113 stazioni per una lunghezza di 101 km.
La metropolitana di Brescia dispone di 1 linea, 17 stazioni per una lunghezza di 13,7 km.

Trasporti in Lombardia: Navigazione


La regione lombarda non ha sbocchi sul mare, tuttavia possiede un buon sistema navale che si sviluppa sui grandi laghi, lungo i fiumi e i navigli.

Il sistema di navigazione più importante è quello padano-veneto, che permette la navigazione da Casale Monferrato fino a Venezia lungo il fiume Po.

I porti più importanti della regione con il sistema idroviario sono: Cremona e Mantova.

I molti canali e fiumi navigabili vengono usati in parte per il trasporto delle merci, mentre la navigazione sui laghi è prevalentemente turistica e si svolge regolarmente su rotte di linea, che contano 460 km.

I mezzi di trasporto idroviari sono: Motonavi, traghetti con trasporto auto, aliscafi e antichi piroscafi a ruote gestiti dallo Stato tramite la Gestione Governativa che associa i tre laghi principali: Garda, Maggiore e Como.

Il servizio sul lago di Como è anche di tipo pendolare per i collegamenti con le città, mentre il traghetto Maderno-Torri del Benaco, che collega la costa ovest alla costa est e viceversa, è del Lago di Garda.

Il servizio di navigazione pubblica viene svolto anche sul Lago d’Iseo, dove vi è anche il servizio di collegamento con Monte Isola, sul Lago di Lugano, per opera Svizzera, e nel periodo estivo anche sul Lago d’Idro.


Ti è piaciuto questo articolo? Condividi con un amico/a o sul tuo social preferito. Se invece vuoi restare sempre aggiornato/a sui nuovi argomenti iscriviti alla nostra Newsletter




I commenti sono chiusi.


  • Informazioni su questo sito

    AbcSapere.it non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Si informa inoltre che tutti gli argomenti trattati sono solo a scopo informativo, e in nessun caso devono sostituire il parere di un professionista o parere medico. Si raccomanda quindi, sempre e comunque, una consultazione con uno specialista del settore…


    Licenza Creative Commons
    Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Italia.