• Stai Visualizzando: arredare » La Cucina componibile

La Cucina componibile

Cucina componibile

La cucina componibile è quella serie di mobili usata per l’arredamento di una stanza di una casa o appartamento.

Nello specifico la cucina componibile è un modello di mobili assemblati dove viene svolta l’attività del cucinare.

Composizione di una Cucina componibile

Con il termine componibile si intende la combinazione di elementi e tipologie di mobili, come cassettiere, colonne incasso, mobili ad anta, che, composte assieme, si adattano alle diverse esigenze di arredo di una stanza.

Il materiale generalmente usato per le scocche è un pannello truciolato nobilitato melaminico, mentre la struttura interna è in misura standar:

  • profondità 60 cm;
  • larghezza in multipli di 10 cm, da 30 a 80 cm;

Per quanto riguarda le ante, il piano di lavoro e gli accessori, variano a seconda dell’offerta, lo stile o la linea che si vuole seguire.

Le ante possono essere laccate, ed è il tipo di design più ricercato, mentre il piano di lavoro può essere:

  1. pietra naturale, marmo, granito, ecc…;
  2. compositi di pietra e resina;
  3. acciaio;
  4. ceramica o mattonelle;
  5. vetro;
  6. legno naturale;
  7. legno composito rivestito

La cucina componibile può essere anche in finta muratura che, pur essendo componibile, sono uguali in tutto a cucine in muratura.

La loro struttura interna è realizzata in multistrato marino (legno) ricoperto da mattonelle in gres porcellanato.

I piani di lavoro possono essere in pietra lavica ceramizzata e possono essere anche decorati a mano.

I piani della cucina in pietra lavica si distinguono da quelli in mattonelle per la loro resistenza al carico, al calore, all’umidità, agli urti e per l’assenza di fuga.


Breve Storia della Cucina componibile

Fino al 1966 la cucina era considerata solo un luogo adibito alla cottura del cibo e quindi non vivibile.

La prima cucina componibile fu realizzata proprio nel 1966 dal designer italiano Marco Zanusso per l’azienda italiana Elam.

La Cucina E5 è il primo esempio di cucina componibile che rivoluzionò radicalmente lo spazio culinario rendendolo un vero e proprio spazio abitabile.

E’ stata uno dei più rappresntativi esempi di disegno industriale italiano del XX secolo ed oggetto rivoluzionario nell’ambiente domestico degli anni sessanta.

Di Pava – Opera propria, Pubblico dominio, Collegamento


  • Voci Correlate…

Se ti è piaciuto l’articolo Condividilo sul tuo Social preferito o fallo sapere a qualche amico. Se vuoi ricevere le ultime novità iscriviti alla Newsletter

Rispondi