Puglia Regione
Puglia Regione

Puglia Regione


puglia regione italiana italia meridionale

La Regione Puglia è una regione italiana a statuto ordinario dell’Italia meridionale, con capoluogo Bari.

Il territorio pugliese è quello più esteso nonché quello con il maggior sviluppo costiero dell’Italia meridionale.


Geografia Regione Puglia


Geografia


La Puglia è una delle 20 regioni italiane, a statuto ordinario si trova nell’Italia meridionale con capoluogo è Bari.

In ambito territoriale, la regione ha un’estensione costiera di circa 865 km, alternandosi a tratti rocciosi, falesie e litorali sabbiosi.

La regione confine con il Molise a nord-ovest, con la Campania e la Basilicata a ovest, ed è bagnata dal Mar Adriatico a est e nord, e dal Mar Ionio a sud.

La Puglia è la regione più orientale d’Italia, la località più a est è Punta Palascia (Otranto), distante 72 km da Capo Linguetta, promontorio dell’Albania.

Le provincie pugliese sono Bari, capoluogo e città metropolitana, Foggia, Barletta-Andria-Trani, Taranto, Brindisi e Lecce.

Il suo territorio è prevalentemente pianeggiante e collinare, tuttavia si possono distinguere subregioni differenti.

L’arcipelago delle Tremiti appartiene alla Puglia, mentre presso Taranto e l’Isola di Sant’Andrea sono situate le Isole Cheradi, di fronte la costa di Gallipoli.

Dal punto di vista geografico, anche l’arcipelago di Pelagosa sarebbe incluso in quanto parte delle Tremiti.

Tuttavia è stato ceduto alla Jugoslavia, insieme alla maggior parte della Venezia Giulia e a Zara, a seguito dei trattati di pace al termine della Seconda Guerra Mondiale.

Subregioni


Le subregioni pugliesi si possono distinguere in modo differente:

Il Gargano (1065 m) e i Monti della Daunia (1151 m): sono le uniche zone montuose della regione.

Il Tavoliere delle Puglie: esteso per circa 3.000 kmq rappresenta la più estesa pianura d’Italia dopo la Pianura Padana.

Le Murge: un altopiano di natura calcarea posto a sud del Tavoliere che si estende fino alle Serre salentine.

La Terra di Bari: tra le Murge e il Mare Adriatico è un’area pianeggiante o leggermente ondulata.

La Valle d’Itria: situata a cavallo tra le provincie di Bari, Brindisi e Taranto, si caratterizza per un’alternanza tra vallate e ondulazioni.

L’arco inonico tarantino: conosciuto anche come banco delle gravine, segue la costa dell’intera provincia.

L’area si estende dal sistema murgiano a nord, fino alla zona occidentale della penisola salentina a sud, abbraccia una zona collinare ed una zona costiera pianeggiante intervallata da gravine.

Leggi anche:  Emilia-Romagna Regione

Il Salento: è suddiviso a sua volta in Tavoliere di Lecce e Serre salentine, zona di modesti rilievi culminanti nella Serra dei Cianci.

Territorio


Il territorio pugliese per il 53% è pianeggiante, per il 45% è collinare, e per il solo 2% montuoso, rendendo la regione la meno montuosa d’Italia.

Le vette più elevate si trovano nei monti della Daunia, nella zona nord-occidentale, al confine con la Campania con il Monte Cornacchia che tocca i 1151 m.

Sul promontorio del Gargano, a nord-est, si trova il monte Calvo, con i suoi 1055 metri di altezza.

L’area collinare pugliese è suddivisa tra le Murge, una subregione pugliese molto estesa, e le Serre salentine, zone collinari del basso Salento in provincia di Lecce.

Le Murgie corrispondono a un altopiano carsico di forma rettangolare compresa per gran parte nella provincia di Bari e in quella di Barletta-Andria-Trani.

Si estende a occidente toccando la provincia di Matera, in Basilicata, inoltre si prolunga verso sud nelle provincie di Taranto e Brindisi.

L’Alta Murgia rappresenta la parte più alta e rocciosa, costituita prevalentemente da bosco misto e dove la vegetazione è piuttosto povera.

La Bassa Murgia, invece, è la terra è fertile e ricoperta in prevalenza da oliveti.

Le serre salentine sono un elemento collinare che si trova nella metà meridionale della provincia di Lecce.

Le pianure sono costituite dal Tavoliere delle Puglie, che rappresenta la più vasta pianura d’Italia dopo la Pianura Padana, e occupa quasi la metà della Capitanata.

Idrografia Regione Puglia


Fiumi


La natura carsica del territorio pugliese e la scarsità di precipitazioni rendono la regione particolarmente povera di corsi d’acqua.

I fiumi Ofanto e Fortore hanno in Puglia solo parte del loro percorso, mentre i fiumi pugliesi sono brevi e torrentizi.

I fiumi principali pugliesi sono:

  • Ofanto: lungo 134 km è il fiume più importante della regione
  • Fortore: lungo 86 km scorre nelle provincie di Benevento, Campobasso e Foggia
  • Candelaro: lungo 70 km è un fiume della provincia di Foggia
  • Cervaro: lungo 107 km è di carattere torrentizio
  • Carapelle: scorre per 98 km prima di sfociare nel golfo di Manfredonia in località Torre Rivoli, presso Zapponeta (FG)

Laghi


I laghi naturali della regione sono in prevalenza laghi costieri, separati dal mare Adriatico mediante stretti cordoni sabbiosi.

Leggi anche:  Calabria Regione

I maggiori laghi pugliesi sono:

  • Lago di Lesina: un bacino lacustre salmastro situato tra il Tavoliere delle Puglie e il promontorio del Gargano
  • Lago di Varano: è il maggiore lago costiero italiano appartenente per intero alla provincia di Foggia.
  • Lago Salso: costituito da circa 500 ettari è alimentato dalle acque del fiume Cervaro nei pressi di Manfredonia.
  • Saline di margherita di Savoia: sono il residuo del cosiddetto lago di Salpi, attestato in epoca romana.
  • Laghi Alimini: sono due laghi situati a nord della città di Otranto, in provincia di Lecce, e sono collegati da un canale.
  • Lago Pescara in agro di Biccari: situato alle falde del Monte Cornacchia, ed è l’unico lago naturale montano della Puglia.
  • Lago di Occhito: è un grande invaso artificiale che segna il confine tra la Puglia e il Molise per circa 10 km.
  • Invaso del Cilarese: è un bacino idrico artificiale situato alla periferia a nord-ovest di Brindisi. Oggi oasi protetta.
  • Lago Locone: è un invaso artificiale situato nel territorio di Minervino Murge, al confine con la Basilicata.

Ambiente e luoghi d’interesse


Natura


Il territorio naturalistico della Puglia conta due Parchi nazionali, 3 Aree marine protette, 11 Parchi regionali, 17 Riserve statali e 7 Riserve regionali.

In ambito rete Natura 2000, sono stati proposti 75 siti di interesse comunitario (SIC) e 16 Zone di Protezione Speciale (ZPS).

Le aree naturali protette si estendono in un totale di 245.154,33 ettari, di cui il 75,8% rappresentano i Parchi nazionali e l’8,3% le aree naturali e riserve marine.

Parchi Nazionali


Parco Nazionale del Gargano: istituito nel 1991 si estende per una superficie di 118.144 ettari, e al cui interno si incontrano paesaggi diversi. Fanno parte del parco le quattro isole Tremiti.

Parco Nazionale dell’Alta Murgia: ha un’estensione di 67.739 ettari e si estende nella provincia di Barletta-Andria-Trani e nella città metropolitana di Bari. Coincide con una parte della più estesa Zona di Protezione Speciale in protezione per la Steppa a Graminacee.

Parchi naturali Regionali


  • Parco Regionale Bosco Incoronata
  • Parco Regionale Lama Balice
  • Parco Regionale Dune costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo
  • Parco Regionale Salina di Punta della Contessa
  • Parco Regionale Porto Selvaggio e Palude del Capitanp
  • Parco Regionale Isola di Sant’Andrea e litorale di Punta Pizzo
  • Parco Regionale Costa Otranto-Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase
  • Parco Regionale Litorale di Ugento
  • Parco Regionale Bosco e Paludi di Rauccio

Riserve naturali


  • Riserva naturale Falascone
  • Riserva naturale Foresta Umbra
  • Riserva naturale Il Monte
  • Riserva naturale Ischitella e Carpino
  • Riserva naturale Isola di Varano
  • Riserva naturale Lago di Lesina
  • Riserva naturale Lago Salso
  • Riserva naturale Masseria Combattenti
  • Riserva naturale Monte Barone
  • Riserva naturale Palude di Frattarolo
  • Riserva naturale Sfilzi
  • Riserva naturale orientata Bosco di Cerano

Demografia Regione Puglia


Amministrativa


La Puglia è l’ottava regione per numero di abitanti, secondo la Costituzione è una regione ad autonomia ordinaria della Repubblica Italiana.

La regione conta 6 provincie, una città metropolitana e 257 comuni:

  • Città metropolitana di Bari (41 comuni)
  • Provincia di Barletta-Andria-Trani (10 comuni)
  • Provincia di Brindisi (20 comuni)
  • Provincia di Foggia (61 comuni)
  • Provincia di Lecce (96 comuni)
  • Provincia di Taranto (29 comuni)
Leggi anche:  Basilicata Regione

Demografia


La Puglia è stata una delle regioni con i più alti tassi di emigrazione nel corso del XX secolo.

L’emigrazione diviene anche interna, attratta dallo sviluppo industriale di alcune aree settentrionali del Paese.

Secondo i dati Istat, oggi l’incremento demografico della regione è dovuto dalle immigrazioni che sono largamente superiori alle migrazioni.

Di seguito i 10 comuni più popolosi della Puglia:

  • Bari (BA)
  • Taranto (TA)
  • Foggia (FG)
  • Andria (BT)
  • Lecce (LE)
  • Barletta (BT)
  • Brindisi (BR)
  • Altamura (BA)
  • Molfetta (BA)
  • Cerignola (FG)

Simboli


stemma e bandiera regione puglia

I simboli della Regione Puglia sono costituiti dallo Stemma e dalla Bandiera.

Lo Stemma è costituito da uno scudo a sua volta sormontato da una corona federicana dedicata a Federico II di Svevia.

Lo scudo racchiude alla sua sommità 6 cerchi che rappresentano le sei provincie pugliesi.

L’albero d’ulivo che campeggia nel centro dell’ottagono, è simbolo della pace e fratellanza.

La Bandiera è costituita dallo Stemma, sono presenti i colori: oro, bianco, rosso, verde e azzurro.


Se ti è piaciuto questo articolo condivi:





Voci correlate


Collegamenti esterni