Asparagi in cucina come prepararli

Gli asparagi simboleggiano la primavera perché è l’ortaggio protagonista di questa stagione, una pianta le cui parti da mangiare sono per lo più le punte.

Questo ortaggio varia di colore, può essere verde, bianco o violaceo, dolce e delicato, e soprattutto poco calorico.


Ricco di acido folico e di asparagina, sostanza che aumenta la resistenza fisica, hanno proprietà antiossidanti, diuretiche e disintossicanti.

Gli asparagi si possono cucinare in diversi modi: preparare antipasti, primi e secondi sfiziosi, al vapore, in crema, lessati, in forno o in padella.

Come scegliere gli asparagi e quali parti si mangiano

Per scegliere gli asparagi si seguono alcuni criteri per essere sicuri di aver scelto un buon prodotto:

  • Gli asparagi più utilizzati in cucina sono quelli verdi e bianchi
  • Gli steli dovrebbero essere duri e flessibili, resistenti e dello stesso spessore.
  • Le punte dovrebbero essere chiuse e, se non lo si cucina subito, si mette il gambo in acqua in modo che restiumido.
  • Le parti da scartare, soprattutto quelli verdi, sono la parte inferiore del gambo.
  • Si elimina anche la pellicina che lo ricopre.
  • La punta, fino alla parte che è stata scartata, è commestibile.

Come pulire e cucinare gli asparagi

La parte da eliminare per prima è la pellicina che ricopre la parte bianca e terrosa, per farlo si utilizzerà un coltellino.

Dopo questa operazione si andrà a lavarli accuratamente eliminando eventuali residui di terra.

Una volta puliti si riuniscono insieme, in mazzetti, e sul tagliere si eliminano i gambi in egual misura.

  • A questo punto gli asparagi sono pronti per essere cucinati:

Bollitura: si mettono gli asparagi in una pentola stretta e alta lasciando le punte all’esterno dell’acqua, facendoli cuocere per 15 – 20 minuti.

Una volta cotti sono pronti per la preparazione di numerose e diverse ricette:

  • Conditi con burro e parmigiano
  • Saltati in padella
  • Gratinati
  • In poltiglia
  • Tritati come base per sughi da condimenti per pasta
  • In risotti
  • Accompagnati in diversi modi
  • Si sposano bene con carne, uova e pastella

Asparagi congelati

Gli asparagi si possono congelare, per poterli utilizzare anche fuori stagione, però prima si deve effettuare alcune operazioni.

  • Si immergono gli asparagi in acqua con bicarbonato di sodio per almeno 10 minuti.
  • Passato questo tempo si sciacquano sotto l’acqua corrente.
  • Ora si privano della pellicola sul gambo.
  • A questo punto si mettono gli asparagi interi in un sacchetto da freezer.
  • In alternativa si possono anche tagliare a pezzetti.
  • Per scongelarli basterà toglierli dal congelatore qualche ora prima di essere utilizzati.

  • Voci Correlate

Se ti è piaciuto l’articolo Condividilo sul tuo Social preferito o fallo sapere a qualche amico. Se vuoi ricevere le ultime novità iscriviti alla Newsletter

Rispondi