Come prendersi cura dell’ombelico del neonato

Ombelico neonato

Quella fossetta in mezzo alla pancia è l’unica traccia che resta del cordone che lega il neonato al corpo materno durante i nove mesi di gestazione.

Alla nascita il cordone ombelicale viene reciso e resta attaccato solo un piccolo pezzo, questo si essiccherà e cadrà spontaneamente dopo 8-10 giorni.


Per favorire la caduta ed evitare infezioni, è necessario eseguire durante i primi giorni una piccola medicazione con disinfettanti non alcolici.

Tale operazione verrà effettuata in ospedale, mentre al ritorno a casa non sarà necessario ma si dovranno effettuare alcuni accorgimenti per il benessere del piccolo.

La garza va sostituita tutte le volte che si bagna di pipì, prima di mettere il pannolino, fissando la medicazione con una pancierina leggermente elasticizzata, cerotti o bende sono da evitare.

Come prendersi cura dell’ombelico

  1. In una ciotolina mettete un pò di amuchina allungata con un pò di acqua.
  2. Con un dischetto di cotone imbevuto di amuchina, tamponate delicatamente l’ombellico del neonato facendo attenzione a non strofinare sulla parte delicata.
  3. Tamponate con un dischetto di cotone per asciugare.
  4. Mettete infine la pomata protettiva intorno all’ombellico sempre delicatamente.
  5. A questo punto posizionate la garza e la fascia.
  • Interpellate il pediatra se:
  • Si notano tracce di sangue o di secrezione giallo-verdastra sulla garza.
  • La pelle all’esterno o all’interno dell’ombelico è arrossata.
  • C’è un rigonfiamento dell’ombelico che aumenta quando il piccolo piange, tossiche o fa uno sforzo.

In questo caso può essere un’ernia ombelicale, che comunque non necessiterà di alcun trattamento e guarirà da sola.


  • Voci Correlate

Se ti è piaciuto l’articolo Condividilo sul tuo Social preferito o fallo sapere a qualche amico. Se vuoi ricevere le ultime novità iscriviti alla Newsletter

Rispondi