La Coxsackiosi

Coxsackiosi

La Coxsackiosi è una delle malattie infettive del bambino conosciuta anche come ‘Mani-Piedi-Bocca’.

E’ una malattia contagiosa diffusa maggiormente in età prescolare fino ai 6 anni, causata dal virus parente di quello della rosolia, essa si manifesta principalmente a fine primavera e durante il periodo estivo.


Di seguito una breve descrizione di cosa provoca la Coxsackiosi e cosa fare in caso si manifesti.

  • Cosa scatena la Coxsackiosi?
  • Come si riconosce?
  • Come si cura?
  • Cosa fare?

Cosa scatena la Coxsackiosi

La caratteristica di questa malattia deriva proprio dalle alte temperature. Generalmente si viene contagiati per via aerea, per contatto diretto con il muco e la saliva, e attraverso il passaggio dalle feci alle mani e quindi alla bocca.

La Coxsackiosi si manifesta solitamente negli asili e nelle scuole elementari e si espande abbastanza velocemente proprio per le sue caratteristiche.

Come si riconosce la Coxsackiosi

La Coxsackiosi si evidenzia per la comparsa di piccole ulcere sul palato e all’interno della bocca.

Compaiono in seguito anche esatemi di colore rosso acceso, sul dorso delle mani e dei piedi e, a volte, anche fino alle natiche.

Come si cura la Coxsackiosi

La Coxsackiosi si cura da sola poiché non ci sono farmaci o antibiotici per questo tipo di malattia infettiva.

Bisogna attendere infatti che faccia il suo corso cercando di alleviare il più possibile quei fastidi che si generano nel bambino provocati dalle vesciche.

Questi esatemi provocano prurito generato dalla formazione di piccole vesciche che durano circa 8-10 giorni fino a scomparire del tutto.

Cosa fare in caso di Coxsackiosi

Per alleviare i fastidi causati dalla malattia, è consigliato un’alimentazione appropriata con cibi temperati e morbidi per il dolore alla bocca, come ad esempio frullati, verdure passate, minestre e così via.

Inoltre fate lavare i dentini al bambino dopo ogni pasto, e per rinfrescare la bocca fate fare risciacqui con acqua fredda.

Per quanto riguarda mani e piedi, bagnate con amido di riso.

Perchè il piccolo non si graffi grattandosi nel caso fosse piccolissimo, utilizzate guantini e calze.

Nel caso si presenti febbre alta si dovrà somministrare il farmaco antifebbrile.

  • Naturalemnte interpellate sempre il pediatra il quale, dopo una visita accurata e appurata la malattia, darà la cura da fare e tutte le indicazioni del caso.

  • Voci Correlate

Se ti è piaciuto l’articolo Condividilo sul tuo Social preferito o fallo sapere a qualche amico. Se vuoi ricevere le ultime novità iscriviti alla Newsletter

Rispondi