Gli Elementi per analizzare la Scrittura

Elementi scrittura

Per analizzare la scrittura innanzitutto si deve prendere in considerazione i diversi elementi e le singole sfumatore.

Essa varia da individuo a individuo, e, se analizzata con attenzione, ne può rivelare la sua personalità e il suo essere.


Gli elementi di una scrittura

Gli elementi che caratterizzano una scrittura sono: la forma, la dimensione, la direzione, la velocità, l’ordine, la continuità e la pressione.

Grazie a questo sistema si possono individuare i segni della superiorità o dell’inferiorità di un’individuo, ma si possono avere anche indicazioni su:

  1. La natura ed il tipo di intelligenza,
  2. Il carattere morale,costumi e sentimenti,
  3. La volontà,
  4. L’età,
  5. Il sesso,
  6. Il senso artistico,
  7. Alcuni sintomi patologici.

Il significato degli elementi nella scrittura

  • La Forma

A scuola ci vengono insegnate norme piuttosto precise sulla grandezza delle lettere, ma nessuno però si attiene a queste regole, modificando il modello che gli è stato insegnato.

Col suo modo di comportarsi l’uomo ci manda un messaggio sulla sua persona:

  • una scrittura dalle lettere semplificate, elegante e chiara, si può pensare che il soggetto chiaro e ingegnoso, è una scrittura di chi prova il bisogno di comunicare rapidamente con una attività intellettuale superiore alla media.
  • una scrittura complicata invece, con la forma delle lettere calcate da infiorettature, si può pensare che il comportamento della persona che scrive è ostacolato da moltissimi dettagli inutili.

La forma delle lettere può fornirci indicazioni su altre tendenze del carattere: Ci sono lettere arrotondate o angolose.

  1. La rotondità è segno di dolcezza.
  2. L’angolosità di aridità.
  • La Dimensione

La grandezza di una scrittura ci dà delle indicazioni sulle sue possibilità di esprimersi e di comunicare.

La persona che non solleva mai la penna dal foglio vuole prima di tutto riuscire nella vita.

Al contrario, una scrittura che presenta frequenti intervalli, si può capire che il soggetto non è capace di realizzarsi.

Lo studio di questi diversi elementi non costituisce ancora una sintesi, bisogna considerare le interazioni, cioè il risultato della scrittura di un individuo ci induce su altro importante concetto: l’armonia.

  • L’armonia

Il finale ci porta quindi a definire una scrittura armonica o disarmonica. Come riconoscerla?

  1. La superiorità si rivela attraverso una scrittura armonica, proporzionata, equilibrata, semplice e chiara.
  2. La scrittura banale più o meno calligrafica è degli individui insignificanti.
  3. La scrittura disarmonica è incoerente, volgare, esagerata, confusa e rivela le persone inferiori.

E’ estremamente importante prima di tutto classificare in questa categoria la scrittura da analizzare, perché ogni tipo di grafia assume un diverso significato a seconda che si tratti di una scrittura armonica o disarmonica.

  1. Una scrittura piccola indica “misurare le proprie forze.
  2. Se è armonica vorrà dire ”attenzione, concentrazione”.
  3. Se disarmonica, la piccolezza diventerà “meschinità.
  4. Una grafia leggera significa generalmente riservatezza, che si trasforma in delicatezza se la scrittura è armonica e in debolezza se è disarmonica.

  • Voci Correlate

Se ti è piaciuto l’articolo Condividilo sul tuo Social preferito o fallo sapere a qualche amico. Se vuoi ricevere le ultime novità iscriviti alla Newsletter

Rispondi