Festa della Liberazione d’Italia

La Festa della Liberazione d’Italia cade il 25 aprile di ogni anno, è una festa nazionale della Repubblica Italiana, simbolo della vittoriosa lotta di resistenza militare e politica attuata dalle forze partigiane durante la Seconda Guerra mondiale contro il fascismo e il nazismo.

L’Anniversario della liberazione d’Italia

L’anniversario della liberazione d’Italia è un giorno importante per la storia italiana, celebrata il 25 aprile di ogni anno ricorda l’insurrezione in tutti i territori delle forze partigiane imponendo la resa ai nazifascisti.

Il mandato fu proclamato dal ‘Comitato di Liberazione Nazionale Alta Italia‘ (CLNAI), incitando il Corpo Volontari della Libertà, ossia le forze partigiane, di attaccare i presidi fascisti e nazisti che occupavano i territori italiani.

Il Comitato assunse il potere in nome del popolo italiano e come delegato del Governo Italiano, emanò dei decreti legislativi stabilendo anche la condanna a morte per tutti i gerarchi fascisti, tra cui Benito Mussolini.

La parola d’ordine diramata dal CLNAI e intimata dai partigiani in quel giorno e quelli successivi, giorni prima dell’arrivo delle forze alleate, è ‘Arrendersi o perire‘.

La resa incondizionata intimata ai nazifascisti, prevedeva la pena di morte o lo sterminio mediante fucilazione per chi fosse stato catturato armato, pochi giorni dopo verrà siglata la resa a Caserta, il 29 aprile 1945.

L’Italia settentrionale entro il 1° maggio fu liberata, e il termine effettivo della guerra sul territorio italiano si ebbe il 3 maggio, mettendo così fine a vent’anni di dittatura fascista e a cinque anni di guerra.

La data del 25 aprile come festa nazionale

La data del 25 aprile rappresenta simbolicamente il culmine della fase finale dellaResistenza e l’arrivo effettivo di una fase di governo da parte dei suoi rappresentanti.

In questa fase si arriva al referendum del 2 giugno 1946 per la scelta fra monarchia e repubblica, per la quale furono chiamate alle urne per la prima volta per un voto politico le donne.

Nasce così la Repubblica Italiana fino alla stesura definitiva della Costituzione.

Il 22 aprile 1946 fu emanato un decreto legislativo, in materia di ricorrenze festive, a celebrare la totale liberazione del territorio italiano dichiarando il 25 aprile 1946 festa nazionale.

Tale ricorrenza venne celebrata anche negli anni successivi, ma solo il 27 maggio 1949 è stata istituita come festa nazionale.

Da allora ogni anno, in tutte le città italiane, vengono organizzate manifestazioni pubbliche in memoria dell’evento, e tra gli eventi del programma c’è il solenne omaggio da parte del Presidente della Repubblica Italiana e delle massime cariche dello Stato al sacello del Milite Ignoto.

La manifestazione prevede la deposizione di una corona d’alloro in ricordo ai caduti e ai dispersi italiani nelle guerre.


  • Voci correlate…

Se ti è piaciuto l’articolo Condividilo sul tuo Social preferito o fallo sapere a qualche amico. Se vuoi ricevere le ultime novità iscriviti alla Newsletter

Rispondi