Il genere letterario nella letteratura

libri

Un genere letterario è la suddivisione in una molteplicità di generi della scrittura letteraria, una classificazione semplice della letteratura.

La classificazione del genere letterario si suddividono in categorie, sezioni, generi e sottogeneri che si distinguono dalle tre forme letterarie.

Le tre forme letterarie sono: Poesia, Prosa e Teatro.

La poesia si caratterizza per la riproduzione e la musicalità di un suono attraverso il ritmo, la pronuncia e l’ordine delle parole.

La prosa invece raggruppa tutte quelle opere non in versi, più genericamente ci si riferisce alla narrativa per un romanzo o un racconto.

Il teatro è una forma d’arte a parte che fonde poesia e prosa unendo la musica, dando così origine all’opera lirica e, nella forma più moderna, al musical.


Generi letterari

La definizione dei generi letterari, a partire dal Rinascimento, epoca in cui fu scoperta la Poetica di Aristotele, costituisce uno dei problemi più dibattuti.

L’origine del concetto di genere risale all’antica Grecia, quando Platone, filosofo greco antico, pose le prime distinzioni tra genere mimetico (tragedia e commedia), narrativo e misto.

I generi quindi si sono distinti, sin dal classicismo, in base a determinate caratteristiche che tuttavia non sempre sono stati rispettati, secondo cui per definire un genere si prende in considerazione: il linguaggio della scrittura, la natura dei temi trattati.

Nella storia della teoria dei generi letterari, un’epoca fondamentale è stata l’età romanica, quando Hegel, filosofo tedesco considerato il rappresentante più significativo dell’idealismo tedesco, nei suoi appunti dell’Estetica distingueva i tre generi dell’Epica, della Lirica e del Dramma.

Il linguaggio della scrittura, nella classificazione storica, è la distinzione se un’opera è composta sotto forma narrativa o in forma dramamtica, inoltre anche la natura dei temi trattati contribuisce a definire il genere.

L’identità del genere si riconosce quindi solo attraverso la combinazione di tema e forma, nonché il pubblico di lettori o ascoltatori, in caso di generi orali.

I generi come il romanzo o la lirica possiedono una straordinaria varietà tematica che ne influenzano la flessibilità interpretativa soggettiva, mentre l’epica, la tragedia e la commedia sono generi più formalizzati.

Un genere, tutatvia, è sempre relativo al sistema letterario che lo forma e lo descrive, inoltre essi sono generalmente definiti dagli autori.


Categorie dei generi letterari

La molteplicità e la complessità dei generi letterari si categorizzano in varie voci tra generi e sottogeneri, molti dei quali può essere rigoroso o assoluta.

La classificazione sistematica di essi esclude i sottogeneri particolarmente rari, specialistici o sperimenatli, rispettando le tre forme (poesia, prosa e teatro) che si suddividono in categorie, sezioni, generi e sottogeneri.

Per categorie si intende gli ampi raggruppamenti di generi, mentre le sezioni sono sotto-raggruppamenti di generi.

Le biografie, i saggi e le cronache sono storie di personaggi famosi di un determinato periodo storico, se l’autore è il personaggio della storia allora si parla di autobiografia, mentre se è invece differente dal personaggio di cui si parla, ci si riferisce ad una biografia.

I saggi invece sono opere che trattano, in maniera più o meno accademica, di vari argomenti, distinguendoli in tre diverse tipologie: scientifici, filosofici, musicali.

Le cronache, simili ai saggi, è una forma di narrazione storica che segue il criterio cronologico, riportando eventi senza dare valutazioni precise dei fatti o prendere in considerazione cause, interferenze o ripercussioni degli eventi riportati.

Il fantastico è un genere basato sulla rappresentazione di elementi e situazioni immaginarie in cui si possono raggruppare diversi generi differenti, tra cui racconti mitici intesi come Mitologia.

Generalmente con il termine fantastico si parla della fiaba o della favola, un genere che col tempo è diventato per l’infanzia ma che originariamente, considerati ancora oggi, vi sono racconti su mostri, orrori, fantasmi e quant’altro suddivisi in vari sottogeneri.

La fantascienza è un genere di narrativa popolare sviluppatasi nel Novecento e che ha le sue radici nel romanzo scientifico, e che quindi non è da ricollegarsi alla magia o al mistero ma a fatti scientificamente possibili.

A questo genere di letteratura si sono unite un sottogenere popolare volto al catastrofico, apocalittico o post apocalittico, spesso collegato a previste guerre nucleari, la cui variante si volge su scenari di collasso ecologico oppure della fine delle risorse o eventi cosmici che mettono a rischio il Pianeta.

Il genere fantasy è quello più legato alla letteratura mitica, alle fiabe e alle favole, in cui la magia e gli eventi inspiegabili sono una parte importante nella storia raccontata.

La letteratura dell’orrore e del mistero è detta letteratura gotica, un genere narrativo caratterizzato dall’unione di elementi romantici e dell’orrore, di streghe, fantasmi e creature mostruose, che fin dai tempi e ancora oggi affascina i lettori di tutto il mondo.

I racconti dell’horror, intesa come letteratura dell’orrore, è un genere che mira a suscitare nel lettore sentimenti di ribrezzo, di repulsione, di spavento o di raccapriccio tramite la commistione della realtà quotidiana con elementi di carattere soprannaturale o surreale.

Il giallo invece è un genere di narrativa il cui oggetto principale è il crimine e il mistero e le relative indagini per scoprire il colpevole, suddiviso anch’esso in sottogeneri non sempre ben delineati, vi sono il giallo classico, storico, poliziesco, noir fino al genere legale e medico.

L’epica è un componimento letterario che narra le gesta, storiche o leggendarie, di un eroe o di un popolo, mediante le quali si conservava e tramandava la memoria e l’identità di una civiltà o di una classe politica.

Tra gli altri generi più popolari si possono trovare anche i romanzi di avventura, che narrano viaggi in terre lonane, e i romanzi storici ambientati in un’epoca passata e che ricostruisce le atmosfere, gli usi, i costumi, la mentalità e la vita in generale così da farli rivivere al lettore.

I romanzi di appendice, invece, sono romanzi pubblicati su una rivista o quotidiano, a episodi e di poche pagine, generalmente la domenica.

Un genere che affonda le sue radici nella letteratura latina è la satira, caratterizzata a mostrare le contraddizioni dalla critica alla politica e alla società promuovendo il cambiamento, e che spesso si mescola con l’umorismo.

La letteratura per ragazzi è quel genere di romanzi e racconti generalmente rivolti ad un pubblico per età, e che si riferisce a un vasto insieme di opere e generi letterari che in qualche modo si ritengono adatti ai bambini e adolescenti.

Il musical è un genere rappresentativo teatrale e cinematografico, con tecniche espressive e comunicative insieme.


  • Voci correlate…

Se ti è piaciuto l’articolo Condividilo sul tuo Social preferito o fallo sapere a qualche amico. Se vuoi ricevere le ultime novità iscriviti alla Newsletter

Rispondi