Pasqua perché si festeggia?

Pasqua

La Pasqua è una festività Cristiana, secondo le scritture si celebra la Risurrezione di Cristo avvenuta nel terzo giorno successivo alla sua morte in croce.

Il significato della Pasqua Cristiana racchiude in sé il mistero cristiano: la Passione, il Peccato originale, la Risurrezione e la Parusia.


I diversi significati cristiani della Pasqua

Cristo si è immolato, Passione, per l’uomo liberandolo dal peccato originale per riscattarne la natura ormai corrotta, e la Risurrezione vince quindi sulla morte mostrando all’uomo il proprio destino, completandosi con la Parusia, la seconda venuta, che porterà a compimento le Scritture.

Secondo i Vangeli, Gesù è morto in croce nel periodo della festa ebraica, cioè la Pasqua ebraica, e venne visto dai cristiani come la realizzazione della profezia sul Messia.

La Pasqua assume diversi significati cristiani: l’Eucarestia, che vede nell’ultima cena il momento in cui la Pasqua di Cristo sostituisce la pasqua dei Giudei e il ricordo della morte del Figlio che sostituisce il ricordo del Passaggio.

La data della Pasqua

La data della Pasqua cristiana è mobile, cade la domenica successiva al primo plenilunio dopo °l’equinozio di primavera, che solitamente per la Chiesa cade sempre il 21 marzo.

Nella Chiesa cattolica quindi la Pasqua è compresa tra il 22 marzo e il 25 aprile:

  • Se ad esempio il 21 marzo è giorno di luna piena e cade di sabato, sarà Pasqua il giorno dopo 22 marzo.
  • Se invece il 21 è domenica, Pasqua sarà la domenica successiva 28.
  • Se il plenilunio cade il 20 marzo, il successivo si verificherà il 18 aprile, e se questo giorno è una domenica occorre aspettare la domenica successiva, cioè il 25 aprile.

  • Voci Correlate

Se ti è piaciuto l’articolo Condividilo sul tuo Social preferito o fallo sapere a qualche amico. Se vuoi ricevere le ultime novità iscriviti alla Newsletter

Rispondi