Perché il cioccolato riduce rischio Diabete alimentare

cioccolato

Il cioccolato sembra ridurre il rischio di Diabete alimentare, di tipo 2, secondo uno studio della University of East Anglia medical school e del King’s college di Londra.

I ricercatori hanno analizzato e controllato le abitudini alimentari sui circa oltre 2000 donne, alle quali è stato monitorato l’insulino-resistenza e i livelli di glucosio nel sangue.


Il risultato di tale ricerca, essendo il cioccolato ricco di flanonoidi, è che questa potrebbe ridurre il rischio di diabete alimentare.

Oltre al cioccolato sono stati presi in esame anche altri tipi di alimenti, ricchi di flavonoidi, che svolgerebbero un’azione protettiva.

Gli alimenti di tale funzione sono: i Frutti di bosco, l’Uva rossa, il Prezemolo, il Timo e il Sedano.

Il risultato dello studio, pubblicato sul Journal of Nutrition, consiste nella scoperta che il consumo di grandi quantità di cibi contenenti flavonoidi e antocianine, avevano livelli di insulino resistenza molto più bassi.

Aedin Cassidy, coordinatore dell’indagine, spiega: “Abbiamo anche scoperto che chi mangiava molte antocianine era anche meno esposta all’infiammazione cronica, stato che si associa a malattie croniche molto frequenti come diabete, obesità,patologie cardiovascolari e al cancro“.


  • Termini correlati:

I Flavonoidi sono presenti in migliaia di sostanze contenute nei pigmenti delle piante, e sono importanti per l’organismo in quanto svolgono un’azione protettiva contro i radicali liberi, combattono l’insufficienza venosa e la fragilità capillare, controllo del peso e prevenendo diverse malattie tipiche dell’invecchiamento.

Le antocianine sono dei pigmenti, rossi e blu, che svolgono un’azione antiossidante e anti-aging, e utili contro malattie degenerative.


  • Voci Correlate

Se ti è piaciuto l’articolo Condividilo sul tuo Social preferito o fallo sapere a qualche amico. Se vuoi ricevere le ultime novità iscriviti alla Newsletter

Rispondi