Quando prendere gli antibiotici per l’influenza?

Antibiotici

Nostro malgrado, durante il periodo invernale, siamo esposti a virus influenzali, raffreddori e mal di gola.

Fattori come andare al lavoro, frequentare altre persone, e le temperature fredde tipiche dell’inverno, possono provocare stati di malessere, febbre, tosse e malanni stagionali associati.

L’influenza, malattia comune proprio del periodo invernale, colpisce l’organismo quando questi viene esposte a bruschi cali di temperature e quando il nostro organismo è più vulnerabile.

Per curare l’influenza gli antibiotici non servono poiché agiscono solo contro batteri e non contro i virus.

Gli antibiotici vengono utilizzati solo nel caso in cui l’influenza si complica, ossia quando apre la strada ai batteri che possono attaccare le vie respiratorie.

Quando prendere gli antibiotici?

I medicinali come gli antibiotici, devono essere prescritti dal medico curante dopo previa visita medica, e non si devono quindi prendere di propria iniziativa in quanto potrebbero causare danni al nostro organismo là dove non fossero necessari.

Una volta che il medico prescriverà gli antibiotici, per debellare i batteri completamente, la cura deve essere portata a termine secondo le prescrizioni dei sintomi, anche se questi sembrano essere scomparsi.

L’abuso di antibiotici genera la moltiplicazione dei batteri resistenti alle cure, il risultato è il 30% dei ceppi di streptococco che si sono dimostrati resistenti ad alcuni antibiotici maggiormente prescritti.

Lo Streptococco è il principale responsabile della Polmonite, per la sicurezza della nostra salute è consigliabile, sempre e comunque, una consultazione con il proprio medico curante prima di somministrare avventatamente medicinali.


Ti potrebbe anche interessare…


Se ti è piaciuto l’articolo Condividilo sul tuo Social preferito o fallo sapere a qualche amico. Se vuoi ricevere le ultime novità iscriviti alla Newsletter

Rispondi