• ABCSapere è un progetto libero rivolto a tutti e consultabile liberamente sul Web. L’obiettivo è il raggiungimento di informazione a livello globale incoraggiando le persone a comprendere e ad avere opinioni diverse.

Storia d’Italia cultura antica

italia storia

La storia d’Italia è ricca di eredità culturale antica, legata alla cultura occidentale, alla storia d’Europa e alle civiltà del bacino del Mediterraneo.

L’eredità culturale italiana è uno dei principali fattori di presa di cultura di nuove tendenze, che hanno dato vita all’Umanesimo e al Rinascimento.

Breve cenni storici

L’Italia, ufficialmente Repubblica Italiana, è una repubblica parlamentare situata nell’Europa meridionale.

Roma per secoli è stata il centro politico e culturale della civiltà occidentale, dopo il declino dell’impero romano, l’Italia medievale fu soggetta ad invasioni e dominazioni di popolazioni germaniche.

Con la diffusione del Rinascimento ridivenne il centro culturale del mondo, periodo nel quale combattè per l’indipendenza e per l’unità.

I principali centri dell’Umanesimo italiano sono soprattutto Firenze, Napoli e Padova, mentre i luoghi di sviluppo sono i palazzi dei principi, il cui sviluppo rientra nella formazione delle monarchie nazionali in Europa.

Il Rinascimento italiano è un periodo di fioritura culturale e artistica che nasce a Firenze diffondendosi in tutta Europa, e mira a riscoprire la cultura classica antica.

L’Italia è stata luogo di colonie di origine greca e cartaginese, insediamenti celti e culla di alcuni fenomeni che ahnno segnato la cultura occidentale quali l’Impero romano e il papato.

Dominata in parte da Goti, Longobardi, Arabi, Bizantini e Normanni, nel Medioevo restò frammentata in un mosaico di città-stato che combatterono tra loro per l’egemonia sul bacino del Mediterraneo.

Geograficamente l’Italia era posta in una posizione chiave per il commercio europeo, favorendo così le repubbliche marinare come Amalfi, Pisa, Genova e Venezia, ma divenne anche uno dei campi di battaglia del continente subendo l’egeminia di diverse potenze straniere.

Il predominio spagnolo in Italia iniziò a partire dal 1559 fino al 1714 su tutta l’Italia meridionale ed insulare, sul Ducato di Milano e sullo Stato dei Presidi nel sud della Toscana.

I sovrani italiani furono numerosi, considerando le entità territoriali politiche e indipendenti esistite dall’inizio del Medioevo fino alla proclamazione del Regno d’Italia avvenuta nel 1861.

La storia dell’Italia unita ha inizio nel 1861, dopo la proclamazione del Regno d’Italia unitario, in seguito alla quale venne riunita in un unico stato sovrano, autonomo e indipendente.

Il Regno d’Italia cessò nel 1946 dopo il ventennio fascista e la sconfitta nella Seconda Guerra Mondiale, quando, a seguito di un referendum istituzionale, lo Stato italiano divenne una repubblica.


La Repubblica Italiana

Oggi l’Italia è uno stato membro dell’Unione Europea, la Costituzione della Repubblica Italiana venne approvata nel 1947 ed è la legge fondamentale e fondativa dello Stato italiano, in cui il parlamento è l’unica istituzione a detenere la rappresentanza della volontà popolare.

Il capo dello Stato che rappresenta l’unità nazionale è il Presidente della Repubblica Italiana, egli viene eletto dal Parlamento, è garante della Costituzione e coordina il sistema legislativo, esecutivo o giudiziario.

Ogni anno il 2 giugno si festeggia la nascita della Repubblica Italiana, una giornata celebrativa nazionale istituita appunto per ricordare la nascita della Repubblica Italiana.

La bandiera italiana è conosciuta in tutto il mondo come il Tricolore ed è il vessillo nazionale della Repubblica Italiana, il cui emblema è il simbolo iconico identificativo dello Stato Italiano adottato ufficialmente il 5 maggio 1948, ed è uno dei simboli patri italiani.

L’Inno che rappresenta l’Italia, il Canto degli Italiani, è conosciuto anche come Fratelli d’Italia, Inno di Mameli, Canto nazionale o Inno d’Italia, è un canto risorgimentale scritto da Michele Novaro nel 1847 ed è divenuto l’inno nazionale della Repubblica Italiana.


  • Voci Correlate

Se ti è piaciuto l’articolo Condividilo sul tuo Social preferito o fallo sapere a qualche amico. Se vuoi ricevere le ultime novità iscriviti alla Newsletter

Rispondi