Sviluppo ed Economia della Liguria

I settori maggiormente produttivi in Liguria, e generalmente correlati tra loro, sono tre: Il settore primario, l’industria e il turismo.

Il settore primario si basa principalmente sull’agricoltura con produzioni specifiche e con controlli particolari, su attività di allevamento e pesca lungo le coste.


L’industria invece è quasi sempre associata ai grandi poli produttivi che sorgono nelle periferie dei maggiori centri urbani, che ha contribuito allo sviluppo dall’attività dei porti di Genova, La Spezia e Savona.

Questo aspetto ha dato impulso al commercio marittimo, all’attività cantieristica navale e al turismo, sviluppando quindi, con l’importazione delle materie prime, all’industria siderurgica, petrolchimica, chimica e metalmeccanica.

Le macro-attività sono:
Agricoltura, Silvicoltura, Pesca
Industria
Costruzioni
Commercio, Riparazioni, Alberghi e Ristoranti, Trasporti e Comunicazione
Intermediazione monetaria e finanziaria, Attività immobiliari ed Imprenditoriali
Altre attività di servizi


Agricoltura

Le condizioni della morfologia del territorio ligure limita l’utilizzo stesso della terra alle coste e poche regioni dell’entroterra.

Alle Cinque Terre si è sviluppata l’arte di costruire dei muri a secco, grazie ai quali si è costituito il tipico terrazzamento ligure, base delle coltivazioni rivierasche.

Le produzioni ligure sono frutta, olive e soprattutto fiori, più sviluppata nella Riviera di Ponente, e la maggior parte della produzione ortofrutticola è tradizionale.

Nelle zone di Leivi, Lavagna, Sestri Levante, imperiese e savonese, è praticata la olivicoltura, alberi da frutto, come limoni, pesche e albicocche, e la viticoltura, con le produzioni del Moscato bianco, il Ciliegiolo, la Bianchetta genovese, il Vermentino, l’ormeasco di Pornassio e il Pigato.

La maggior parte di produzione vinicola si concentra nella provincia della Spezia dove i principali vigneti sono sangiovese, ciliegiolo e canaiolo per le uve nere, bosco, albarola, trebbiano e vermentino per le uve bianche.

Nel distretto della Val di Vara si è potenziata la pratica di agricoltura biologica, tanto da conferire l’appellativo di ‘Valle del Biologico‘, dove è anche molto fiorente la zootecnica, allevamento bovino al pascolo sia di carne che da latte.

Il punto di maggiore produzione agricola è la piana di Albenga con la produzione della canapa, con le tipiche produzioni come basilico, cuor di bue, asparago violetto, carciofo e zucca trombetta, aromatiche in vaso e a coltivazioni floreali quali Ciclamini, Stella di Natale e Margherita.


Industrie

I maggiori e più importanti centri produttivi industriali nazionali, nel settore della meccanica e della cantieristica, sono:

  • Leonardo-Finmeccanica: Ansaldo a Genova e Oto Melara a La Spezia
  • Fincantieri: Cantiere navale del Muggiano (SP), Cantiere navale di Riva Trigoso e Cantiere navale di Sestri Ponente (GE)
  • Termomeccanica a La Spezia

Le attività che conseguono alla presenza di questi centri produttivi sono quelli imprenditoriali ed artigianali dell’indotto cantieristico e navale.

I settori industriali ad alta tecnologia è una delle poche realtà dell’economia ligure, mentre nei comuni montani è molto fiorente e redditizia l’estrazione e la lavorazione dell’ardesia, chiamata la ‘pietra nera‘, esportando prodotti in tutta Italia ed Europa.

Altre attività, nelle vallate genovesi, sono la lavorazione della plastica, del legno e della carta, e la tipica lavorazione della ceramica, dove piccole e medie imprese locali producono e vendono direttamente oggetti pregiati e antica materia.

  • Le centrali termoelettriche presenti nel territorio ligure sono:

A Genova sorge un’impianto di produzione termoelettrica in concessione all’ENEL
Alla Spezia è presente la Centrale termoelettrica ENEL ‘Eugenio Montale
A Vado Ligure è presente una centrale termoelettricaTirreno Power S.p.a

  • Le produzioni di energia attraverso fonti rinnovabili sono:

A Varese Ligure è presente la più importante centrale elettrica eolica in Italia
A Bergeggi sono presenti alcune centrali fotovoltaiche connesse con un parco mezzi a propulsione elettrica
A Mendatica è presente una centrale idroelettrica comunale
A Sesta Godano è attiva la centrale idroelettrica in località Ponte Margherita
Ad Armo sono presenti alcune pale eoliche in località San Bernardo
A Ventimiglia, in frazione Varese, è presente una centrale idroelettrica
A Ventimiglia, in frazione Bevera, è presente una centrale a biomasse
Sul Golfo di La Spezia si affaccia il primo impianto di rigassificazione del gas naturale liquefatto realizzato in Italia

  • I settori operanti in Liguria sono:

Porti turistici
Metalmeccanica, Metallurgica, Siderurgica e Petrolchimica
Produzione elettrica
Manifatturiera
Alimentare
Tessile
Editoriale
Produzioni giornalistiche e televisive
Trasporti e Intrattenimento
Servizi bancari e assicurativi
Alta tecnologia



  • Voci Correlate

Se ti è piaciuto l’articolo Condividilo sul tuo Social preferito o fallo sapere a qualche amico. Se vuoi ricevere le ultime novità iscriviti alla Newsletter

Rispondi