Scarlattina in Gravidanza quali sono i rischi

scarlattina in gravidanza

Scarlattina in gravidanza quali sono i rischi? E soprattutto potrebbero esserci delle conseguenze?

Per capire quali sono i rischi in gravidanza, per prima cosa dobbiamo scoprire cos’è la scarlattina.


Cosa è la Scarlattina?


La scarlattina è una malattia infettiva causata da un batterio, generalmente è tipica delle infezioni infantili, differente dalla varicella i bambini sono i più contagiati.

Questa malattia non presenta particolari rischi, tuttavia, se si contrae la scarlattina in gravidanza, particolari preoccupazioni giungono poiché si teme una malformazione del feto.

Non solo i bambini vengono colpiti, si può essere contagiati anche da adulti, e dato che il batterio vive a lungo fuori dal corpo umano, è trasmessa per via aerea.

Dal momento in cui si presentano i disturbi da scarlattina, è il momento nel quale è facile esserne contagiati, passate le 48 ore dall’inizio della cura antibiotica, il rischio invece è nullo.

Quali sono i sintomi?


  • La scarlattina si manifesta con febbre alta e mal di gola, mal di testa e dolori addominali; una particolarità sono i linfonodi del collo ingrossati.
  • Oltre a questi sintomi si manifestano, a livello cutaneo, delle macchie sul collo e inguine, per poi diffondersi su tutto il resto del corpo.
  • Una caratteristica della scarlattina è l’insorgere di puntini rossi sulla lingua di colore biancastro, la febbre dura dai 3/4 giorni, mentre il mal di gola e le ghiandole ingrossate spariscono dopo la cura antibiotica.

I rischi in gravidanza


Secondo il parere medico, contrarre la scarlattina in gravidanza nel primo trimestre, potrebbe sorgere il rischio di una malformazione al feto.

Questa ipotesi, tuttavia, è da ritenersi invasiva, secondo diversi pareri specialistici l’unico rischio potrebbe essere un parto prematuro.

Il consiglio, se la donna in gravidanza contrae la scarlattina, si deve rivolgere al proprio ginecologo il quale, dopo aver effettuato un tampone vaginale per verificarne eventuali rischi, valuterà il da farsi.


Ti è piaciuto questo articolo? Condividi con un amico/a o sul tuo social preferito. Se invece vuoi restare sempre aggiornato/a sui nuovi argomenti iscriviti alla nostra Newsletter




I commenti sono chiusi.


  • Informazioni su questo sito

    AbcSapere.it non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Si informa inoltre che tutti gli argomenti trattati sono solo a scopo informativo, e in nessun caso devono sostituire il parere di un professionista o parere medico. Si raccomanda quindi, sempre e comunque, una consultazione con uno specialista del settore…


    Licenza Creative Commons
    Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Italia.