Cos’è l’Equinozio?

Equinozio di autunno

L’Equinozio è quel momento della rivoluzione terrestre intorno al Sole in cui quest’ultimo si trova allo zenit dell’equatore.

E’ l’evento in cui termina l’estate e introduce l’autunno, solitamente cade il 23 settembre, ed è detto equinozio d’autunno

Mentre l’equinozio di primavera avviene a marzo, solitamente il 21 quando entra la stagione primaverile

Questo avviene due volte l’anno:

Periodo diurno, quello di esposizione alla luce del Sole, e quello notturno in forma uguale giungendo i raggi solari perpendicolarmente all’asse di rotazione della Terra.

Gli equinozi si verificano a sei mesi di distanza l’uno dall’altra, precisamente a marzo e a settembre.

Nello specifico l’equinozio di marzo segna la fine dell’inverno e l’inizio della primavera, mentre quello di settembre termina l’estate e introduce l’autunno.

Nell’emisfero australe accade invece il contrario, l’autunno entra all’equinozio di marzo, e la primavera in quello di settembre.

Per quanto riguarda i solstizi, analogamente, sono convenzionalmente assunti come momento di avvicinamento delle stagioni astronomicamente sulla Terra.

Agli equinozi l’asse di rotazione terrestre si trova perpendicolare alla direzione dei raggi solari, ogni punto del pianeta dove si trova il Sole che superi l’orizzonte la durata diurna, è quindi uguale a quella notturna.

L’equinozio che cade a settembre viene anche chiamato ‘punto della Bilancia‘.

Prende il nome astrologico che, tuttavia, a causa della precessione degli equinozi, cioè il moto eccentrico dell’asse di rotazione su se stesso, non è più valida in quanto questi punti non si trovano più nella costellazione da cui prendono il nome.

All’equinozio di marzo infatti il Sole si trova nella costellazione dei Pesci.

Date degli Equinozi dal 2010 al 2020

Anno – Marzo – Settembre

2010: 20 marzo ore 17:32 – 23 settembre ore 3:09

2011: 20 marzo ore 23:21 – 23 settembre ore 9:04

2012: 20 marzo ore 5:14 – 22 settembre ore 14:49

2013: 20 marzo ore 11:02 – 22 settembre ore 20:44

2014: 20 marzo ore 16:57 – 23 settembre ore 2:29

2015: 20 marzo ore 22:45 – 23 settembre ore 8:20

2016: 20 marzo ore 4:30 – 23 settembre ore 14:21

2017: 20 marzo ore 10:28 – 22 settembre ore 20:02

2018: 20 marzo ore 16:15 – 23 settembre ore 1:54

2019: 20 marzo ore 21:58 – 23 settembre ore 7:50

2020: 20 marzo ore 3:49 – 22 settembre ore 13:30



Rispondi