Cos’è il Solstizio in Astronomia

Solstizio di inverno

In Astronomia il Solstizio avviene quando il Sole raggiunge il punto di declinazione massima o minima, dovuto alla inclinazione dell’asse di rotazione terrestre rispetto all’eclittica.

Il Solstizio di inverno cade il 21 dicembre ed è il primo giorno di inverno e la notte più lunga dell’anno.

Il Solstizio d’estate invece avviene a giugno, segnando l’inizio dell’estate boreale e dell’inverno australe.

  • Quando avviene il Solstizio?

Il valore di declinazione raggiunta coincide con l’angolo di inclinazione terrestre, e varia con un periodo di 41 000 anni tra 22,1° e 24,5°.

Il Sole raggiunge il valore massimo di declinazione positiva nel mese di giugno in occasione del solstizio di estate boreale.

Raggiunge invece il massimo valore di declinazione negativa in dicembre, in occasione del solstizio di inverno boreale, corrispondente all’estate nell’emisfero australe.

Il Solstizio in Astronomia

Il raggiungimenti del Solstizio, dal punto di vista astronomico, causa una serie di fenomeni oservabili.

Il Sole ogni giorno compie un cammino apparente nel cielo che lo porta alla massima altezza rispetto all’orizzonte in un istante, che prende il nome di mezzogiorno locale.

Solstizi

Nella fascia di latitudini comprese tra il tropico del Cancro e il tropico del Capricorno, il Sole raggiunge lo zenit due volte l’anno.

In altre parole, in ogni luogo compreso tra i tropici, per due giorni all’anno, il Sole è a perpendicolo al mezzogiorno locale (una meridiana non proietta ombra).

All’equatore questo accade durante gli °equinozi.

Il giorno del solstizio di estate, al mezzogiorno locale, nei luoghi non compresi tra i tropici il Sole raggiunge la massima altezza sull’orizzonte possibile per quella latitudine.

I giorni del solstizio sono quelli in cui si hanno il massimo o il minimo di ore di luce.

A causa di vari fenomeni valutati tramite l’equazione del tempo, quali l’eccentricità dell’orbita terrestre e altri, il Solstizio non è il giorno in cui si hanno l’alba o il tramonto più anticipati o ritardati, e non coincide con i giorni nei quali la Terra è all’afelio o al perielio.

Il solstizio di inverno ha rappresentato nei secoli occasione di festività di vario genere: il Sol Invictus per i pagani, i Saturnalia nell’antica Roma (dal 17 al 23), o il Natale per il Cristianesimo, Yule nel Neopaganesimo.

  • Tabella del Solstizio dal 2010 al 2030

Anno – Solstizio Estate / Solstizio Inverno

  • 2010: 21 giu 11:28 / 21 dic 23:38
  • 2011: 21 giu 17:16 / 22 dic 05:30
  • 2012: 20 giu 23:09 / 21 dic 11:11
  • 2013: 21 giu 05:04 / 21 dic 17:11
  • 2014: 21 giu 10:51 / 21 dic 23:03
  • 2015: 21 giu 16:38 / 22 dic 04:48
  • 2016: 20 giu 22:34 / 21 dic 10:44
  • 2017: 21 giu 04:24 / 21 dic 16:28
  • 2018: 21 giu 10:07 / 21 dic 22:22
  • 2019: 21 giu 15:54 / 22 dic 04:19
  • 2020: 20 giu 21:43 / 21 dic 10:02
  • 2021: 21 giu 03:32 / 21 dic 15:59
  • 2022: 21 giu 09:14 / 21 dic 21:48
  • 2023: 21 giu 14:58 / 22 dic 03:27
  • 2024: 20 giu 20:51 / 21 dic 09:20
  • 2025: 21 giu 02:42 / 21 dic 15:03
  • 2026: 21 giu 08:24 / 21 dic 20:50
  • 2027: 21 giu 14:11 / 22 dic 02:42
  • 2028: 20 giu 20:02 / 21 dic 08:19
  • 2029: 21 giu 01:48 / 21 dic 14:14
  • 2030: 21 giu 07:31 / 21 dic 20:09

  • Voci correlate…

Se ti è piaciuto l’articolo Condividilo sul tuo Social preferito o fallo sapere a qualche amico. Se vuoi ricevere le ultime novità iscriviti alla Newsletter

Rispondi