Umanistica la scienza della cultura umana

umanistica scienza cultura disciplina società istruzione

Per umanistica si intende la scienza che studia l’uomo e la condizione umana, gli aspetti della società e della cultura umana.

Le scienze umane sono discipline accademiche che utilizzano metodi critici e hanno un elemento storico significativo.

Umanistica la scienza della cultura umana


Descrizione


L’Umanistica è la scienza delle discipline accademiche che studiano gli aspetti della società e della cultura umana.

Il termine Umanistica, descrive anche la posizione filosofica dell’Umanesimo.

Le scienze umane, oggi, sono in contrasto con le scienze naturali e talvolta sociali, così come la formazione professionale.

Caratteristiche


Le caratteristiche dell’Umanistica, includono lo studio di diverse discipline della cultura.

Lo studio delle discipline umanistiche includono:

Gli studiosi nelle umanità sono chiamati umanisti, i cui studi scolastici sono costituiti da letteratura, studi globali e arte.

Le discipline umane, come la storia, il folkloristico e lo studio di antropologia culturale, utilizzano metodi comparativi e la ricerca comparativa.

Origine


Il termine Umanistica nella cultura, deriva dall’espressione rinascimentale latina “humanitatis“, o “studia dell’humanitas“.

Il suo significato, oltre che a “umanità“, “cultura, raffinatezza, istruzione“, significa in particolare una “educazione che si addice a un uomo coltivato“.

La “studia dell’humanitas“, all’inizio del XV secolo, era un corso di studi che consisteva di grammatica, poesia, retorica, storia e filosofia morale.

Nel suo utilizzo, principalmente, fu derivata dallo studio dei classici latini e greci.

La parola “humanitas“, ha dato origine anche al neologismo rinascimentale italiano umanisti, da cui “umanista“, “umanesimo rinascimentale“.

Storia


La storia dell’umanità, in Occidente, può essere fatta risalire all’antica Grecia, come base di un’ampia educazione per i cittadini.

Durante l’epoca romana, il concetto delle sette Arti Liberali, si è evoluto coinvolgendo:

  • grammatica, retorica e logica (il trivium);
  • aritmetica, geometria, astronomia e musica (quadrivium).

Questi argomenti di studio, formarono la maggior parte dell’educazione medievale.

Durante l’umanesimo rinascimentale del XV secolo, le umanità cominciarono ad essere considerate come oggetti da studiare anziché praticare.

Fu un cambiamento importante dei campi tradizionali in aree come la letteratura e la storia.

Nel XX secolo, questa visone fu messa in discussione dal movimento postmodernista.

Tale movimento, cercò di ridefinire le realtà umane in termini più eguali adatti a una società democratica.

Autoriflessione


Dalla fine del XIX secolo, la giustificazione delle cose umane è stata aiutata dall’auto-riflessione.

A sua volta, la riflessione aiuta a sviluppare la coscienza personale o un senso attivo del dovere civico.

Le scienze umanistiche si distinguono da quelle naturali dovute all’impulso degli uomini a comprendere le proprie esperienze.

Tale comprensione, secondo alcuni studiosi, lega le persone che la pensano allo stesso modo pur provenendo da contesti culturali simili.

Secondo quanto sostenuto, ciò fornisce un senso di continuità culturale con il passato filosofico.

Alla fine del XX e inizio del XXI secolo, gli studiosi hanno esteso quella immaginazione narrativa alla capacità di comprendere le registrazioni delle esperienze vissute al di fuori del proprio contesto sociale e culturale individuale.

Attraverso questa immaginazione narrativa, studiosi e studenti di umanistica sviluppano una conoscenza più adatta al mondo multiculturale in cui viviamo.

Teorie e Pratiche


I rami principali della conoscenza sono tre: scienze naturali, scienze sociali e scienze umanistiche.

  • La tecnologia è l’estensione pratica delle scienze naturali;
  • La politica è l’estensione delle scienze sociali;
  • Le umanisità, hanno la loro estensione pratica.
  • Natura – scienze naturali – tecnologia – trasformazione della natura
  • Società – scienze sociali – politica – trasformazione della società
  • Cultura – scienze umane – culturologiatrasformazione della cultura

Tecnologia, politica e culturologia, sono progettate per trasformare ciò che le rispettive discipline studiano: natura, società e cultura.

Il campo delle umanità trasformative, comprende varie pratiche e tecnologie:

  • pianificazione linguistica;
  • costruzione di nuovi linguaggi;
  • l’esperanto (lingua ausiliaria più parlata);
  • invenzione di nuovi generi e movimenti artistici e letterari nel genere del manifesto.

L’invenzione umanistica, nell’ambito della cultura, come pratica complementare alla borsa di studio, è un aspetto importante degli aspetti umanistici.

Verità e significato


Ciò che distingue le scienze umane dalle scienze naturali, è il modo di avvicinarsi a qualsiasi domanda.

Le scienze umane si concentrano sulla comprensione del significato, dello scopo e degli obiettivi.

Comprendono l’apprezzamento di singoli fenomeni storici e sociali, un modo alternativo per trovare la “verità“.

A parte la sua applicazione sociale, l’immaginazione narrativa è uno strumento importante nella ri-produzione del significato compreso nella storia, nella cultura e nella letteratura.

Professioni


Per un lungo periodo di tempo, la facoltà di lettere era orientata prevalentemente a creare futuri professori di scuole medie superiori, inferiori ed università.

Negli ultimi tempi, ha creato anche figure professionali con sbocchi occupazionali anche nel mondo delle aziende, del giornalismo e dell’editoria.

Secondo un’indagine condotta in Italia, sulla condizione del lavoro accademico, è emerso che le attività di mercato, o quasi, interne all’università, coinvolgono il 30% in meno di accademici.

Molti laureati in scienze umanistiche, terminano l’università senza avere obiettivi di carriera.

Nell’educazione artistica liberale, include lo studio in discipline dalle scienze naturali alle arti e alle discipline umanistiche.

Nell’era digitale, i ricercatori delle aree umanistiche, hanno sviluppato numerose società digitali.

Il loro obiettivo è quello di scoprire nuove conoscenze e visualizzare dati di ricerca in modi nuovi e rivelatori.

Gran parte di queste attività, si verifica in un campo chiamato le realtà umane digitali.

Note correlate


Discipline accademiche: è un campo di studio, un ramo della conoscenza insegnato e studiato come parte dell’istruzione superiore.

La scienza umana, o scienze umane plurali, studia gli aspetti filosofici, biologici, sociali e culturali della vita umana.

Umanistiche pubbliche: è l’opera di coinvolgere diversi pubblici nel riflettere sul patrimonio, le tradizioni e la storia, e la rilevanza delle umanità per le attuali condizioni della vita civica e culturale.

Umanistica ambientale: è un’area interdisciplinare di ricerca, attingendo alle numerose sottodisciplinazioni ambientali emersi nelle discipline umanistiche.

Voci correlate


Link esterni



Ti è piaciuto questo articolo? Condividi con un amico/a o sul tuo social preferito. Se invece vuoi restare sempre aggiornato/a sui nuovi argomenti iscriviti alla nostra Newsletter


I commenti sono chiusi.