• Sei in: Umanistica » Famiglia » Figli » Viaggiare con il bambino: uso e precauzioni

Viaggiare con il bambino: uso e precauzioni

viaggiare con il bambino

Quando si viaggia con un bambino si devono adottare alcuni accorgimenti per salvaguardare la sua salute.

Un viaggio ben organizzato diviene una vacanza più sicura per la salute di tutta la famiglia, è una delle priorità da non sottovalutare quando andiamo in vacanza, soprattutto se all’estero.

Di seguito una breve descrizione su come programmare una vacanza sicura in salute

  • Informatevi
  • Il Vademecum
  • Cosa fare in caso di…

Viaggiare con il bambino: Programmare la vacanza informandoci


Le vacanze sono per gli italiani il periodo più atteso durante l’anno, finite le scuole e in vista delle ferie estive, la maggior parte delle famiglie ha già organizzato o prenotato la propria vacanza.

Che sia in montagna, al mare o in qualche Paese italiano o all’estero, è sempre opportuno salvaguardare la propria salute, soprattutto quando ci sono bambini.

Quando si programma un viaggio, oltre al luogo e ai prezzi più vantaggiosi, non bisogna trascurare la salute, si devono portare quindi tutti i farmaci necessari e, prima di partire, si consiglia di controllare quali sono le vaccinazioni da fare.

Un’altro consiglio è quello di portare sempre con sé la tessera sanitaria per poter avere prescrizioni mediche e assistenza sanitaria adeguata.

Sul sito del Ministero degli Affari Esteri si possono consultare tutte le misure necessarie per una vacanza sicura.

Viaggiare con i bambini la priorità è salvaguardare la loro salute, adottare alcuni accorgimenti per il loro benessere, rendere la loro vacanza sicura.

Il vademecum dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù:


  • Non dimenticate di portare antipiretici in compresse o supposte.
  • Non dimenticate i sali reidratanti in caso di vomito o diarrea.
  • Non dimenticate gli antistaminici.
  • Non dimenticate la soluzione fisiologica per lavaggi nasali.
  • Non dimenticate un antisettico per uso topico.
  • Non dimenticate cerotti – termometro – repellenti.
  • Non dimenticate creme solari – creme contro le punture.
  • Per chi soffre di allergie da portare sempre con sè spray con distanziatore in caso di asma e adrenalina per allergie alimentari.

Viaggiare con il bambino: Cosa fare in caso di…


Uno dei pericoli più frequenti all’estero è di prendere la ‘Malaria‘, per proteggersi in questo caso le parti da tenere coperte sono: braccia, gambe e piedi, ed evitare bagni in acque dolci.

Diarrea del viaggiatore: Attenzione a cibi non cotti, all’acqua corrente e ai cibi con latte non pastorizzato.

Colpo di sole: I sintomi sono nausea, febbre e mal di testa, tachicardia e crampi; In questo caso fate sdraiare il bambino sollevandoli le gambe e spruzzando dell’acqua, fatelo bere a piccoli sorsi.

Mal d’auto: A bambini oltre i 4 anni si possono dare gomme da masticare o utilizzare cerotti appositi.

In Montagna: Non raggiungete le alte quote troppo rapidamente, meglio comunque evitarle.

In caso di morsi da animali pericolosi, è bene tenere con sé il numero di un centro antiveleni.

  • Contenuti Corrispondenti

Se ti è piaciuto questo articolo perché non condividerlo con un amico/a o sul tuo social preferito? Oppure iscriviti alla nostra Newsletter

Red. AbcSapere

AbcSapere è un progetto libero rivolto a tutti e consultabile liberamente sul Web perché ogni persona ha il diritto di imparare, conoscere e scoprire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *